La Commissione europea propone di estendere la protezione agli ucraini in fuga dalla guerra

AgenPress – La Commissione europea ha proposto di estendere la protezione temporanea per le persone in fuga dall’aggressione russa contro l’Ucraina per un altro anno, dal 5 marzo 2025 al 4 marzo 2026.

Lo afferma il comunicato stampa della Commissione europea.

“Dati i continui attacchi russi contro le infrastrutture civili e critiche in tutta l’Ucraina, non sussistono attualmente condizioni sicure e durature per il ritorno delle persone in Ucraina. La Commissione ritiene pertanto che persistono motivi per la protezione temporanea e che essa dovrebbe essere prorogata per un altro anno come risposta necessaria e adeguata alla situazione attuale”, ha scritto la CE.

La Commissione Europea propone di estendere la protezione temporanea per gli ucraini nell’UE dal 5 marzo 2025 al 4 marzo 2026.

“La Commissione presenterà la proposta ai ministri nel Consiglio Giustizia e Affari interni del 13 giugno. Spetterà poi al Consiglio adottare formalmente la proposta”, si legge nel comunicato stampa.

Quasi 4,2 milioni di sfollati provenienti dall’Ucraina, un terzo dei quali sono bambini, beneficiano di protezione temporanea nell’UE.

Come riportato, dall’invasione russa, l’UE ha fornito all’Ucraina aiuti politici, economici, finanziari, militari e umanitari. La Direttiva UE sulla protezione temporanea, attivata nell’interesse dei cittadini ucraini, dà loro il diritto al soggiorno legale sul territorio dell’UE, un pacchetto base di servizi sociali e l’occupazione.

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie