Torino. Arrestato Halili Elmahdi: terrorista appartenente all’Isis. In manette era finito già due volte, ma non era stato espulso

AgenPress –  È stato arrestato dalla Digos di Torino, guidata dal dirigente Carlo Ambra, Halili Elmahdi, 29 anni, considerato l’autore dei primi testi di propaganda jihadista scritti in italiano. Marocchino naturalizzato italiano, è accusato di associazione terroristica dello Stato Islamico. In manette era finito già due volte, nel 2015 e nel 2018 quando viveva a Lanzo, nel torinese, sempre con l’accusa di terrorismo e di legami con il Daesh di cui portava avanti una campagna di radicalizzazione e proselitismo condotta sul web. Dopo la condanna gli era stata tolta la cittadinanza italiana.

Già condannato nel 2019, con sentenza divenuta irrevocabile nel 2022, per aver partecipato all’organizzazione terroristica “Stato Islamico”, sia nel suo periodo di detenzione carceraria che successivamente dopo essere tornato in libertà, ha dichiarato con orgoglio di continuare ad appartenere all’Isis, “paventando più volte propositi bellicosi e violenti”, come spiegano gli inquirenti. Dopo la condanna gli era stata tolta la cittadinanza italiana. A fine luglio del 2023 era stato scarcerato, ma per intoppi burocratici non era stato espulso.

 

 

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie