Polonia. Ministro Esteri: non dovremmo escludere invio truppe in Ucraina.

AgenPress – La Polonia non dovrebbe escludere l’invio delle sue truppe in Ucraina, dice il ministro degli Esteri polacco Radoslaw Sikorski in un’intervista al quotidiano Gazeta Wyborcza pubblicata il 28 maggio.

L’idea dell’invio di truppe occidentali in Ucraina è stata oggetto di accesi dibattiti da quando il presidente francese Emmanuel Macron ha affermato che la presenza militare occidentale in Ucraina non può essere “esclusa” in futuro.

Gli Stati Uniti e numerosi alleati europei, nonché il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg , hanno preso le distanze dalla dichiarazione di Macron.

“Non dobbiamo escludere nessuna opzione. Lasciamo che Putin indovini cosa faremo”, ha detto Sikorski rispondendo alla domanda di Gazeta Wyborcza sulla possibilità di inviare truppe polacche in Ucraina.

Il presidente finlandese Alexander Stubb, a sua volta, ha affermato che la Finlandia non sta prendendo in considerazione l’invio di truppe in Ucraina, ha riferito il quotidiano finlandese Yle il 27 maggio.

L’annuncio di Stubb arriva dopo che un articolo di Der Spiegel del 26 maggio affermava che gli stati baltici e la Polonia consideravano l’invio di truppe in Ucraina se la Russia riuscisse a ottenere una svolta.

Anche il primo ministro finlandese Petteri Orpo ha ribadito la posizione del presidente. Orpo ha detto a Yle che non considera possibile uno scenario del genere per la Finlandia, anche se la Russia si spingesse più in profondità in Ucraina.

Il primo ministro ha aggiunto che la Finlandia ha accettato di sostenere l’Ucraina alle condizioni stabilite dalle autorità ucraine. Questi includono la fornitura di armi e l’addestramento militare a partire da ora, secondo Orpo.

Il ministro della Difesa estone Hanno Pevkur ha detto in precedenza che l’ idea di inviare truppe occidentali in Ucraina non è avanzata né in Estonia né a livello dell’UE poiché “tra gli alleati non c’è una chiara comprensione di ciò che porterebbe”.

Alcuni stati membri della NATO stavano anche discutendo la possibilità di inviare istruttori militari o appaltatori in Ucraina per addestrare le truppe ucraine e assistere nella riparazione delle attrezzature, ha riferito il New York Times a metà maggio.

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie