Riunito al Ministero della Salute il Comitato per la salute e la sicurezza sul lavoro

AgenPress. Si è riunito oggi, presso il Ministero della Salute, il Comitato per l’indirizzo e la valutazione delle politiche attive e il coordinamento nazionale delle attività di vigilanza in materia di salute e sicurezza sul lavoro presieduto dal Ministro della Salute.

Ad aprire i lavori il Ministro della Salute, Orazio Schillaci, e il Viceministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Maria Teresa Bellucci.

“La tutela dei lavoratori costituisce un determinante importante di salute oltre a essere un imperativo di sicurezza – ha detto il Ministro Schillaci – La salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro sono una priorità e necessitano di un’azione sinergica tra istituzioni, come quelle rappresentate nel Comitato. Nonostante l’attuale straordinario momento di innovazione tecnologica, di connettività e di digitalizzazione stia determinando una complessa trasformazione di tutti i processi lavorativi, continuano tragicamente a verificarsi infortuni sul lavoro in ambiti produttivi tradizionali. Sono evidenti, dunque, il ruolo e la responsabilità di questo Comitato che, già dopo il periodo pandemico, ha ripreso le proprie attività producendo documenti di particolare rilevanza e utilità per gli sviluppi futuri. Ora più che mai è necessario che finalizzi le proprie attività per individuare una specifica strategia nazionale in materia di promozione e tutela della salute e sicurezza sul lavoro, favorendo interventi di prevenzione efficaci, nell’ottica di una collaborazione sempre più virtuosa e fruttuosa tra le amministrazioni”.

“Il lavoro di questo Comitato è davvero prezioso – ha detto il vice ministro Bellucci – e ci vede impegnati per dare garanzie a tutte le lavoratrici e i lavoratori rispetto a un tema su cui ci sono alte attese affinché non si perdano più vite umane. Ringrazio dunque tutti i componenti del Comitato per il contributo dato in questi anni e soprattutto per il lavoro che continueremo a fare insieme per aumentare i livelli di salute psico-fisica e di scurezza in tutti i luoghi di lavoro”.

L’assessore al diritto alla salute e alla sanità della Regione Toscana, Simone Bezzini, in rappresentanza della conferenza delle Regioni, ha sottolineato l’importanza e la disponibilità a un maggiore coinvolgimento delle Regioni per definire in modo condiviso e sinergico le azioni da mettere in campo.

Il Comitato è composto dal Direttore Generale della competente Direzione Generale e i Direttori dei competenti uffici del Ministero della salute, due Direttori Generali delle competenti Direzioni Generali del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, il Direttore Centrale per la Prevenzione e la sicurezza tecnica del Dipartimento dei Vigili del fuoco e del soccorso pubblico del Ministero dell’interno, il Direttore Generale della competente Direzione Generale del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, il Coordinatore della Commissione Salute della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, quattro rappresentanti delle regioni e province autonome di Trento e di Bolzano individuati per un quinquennio in sede di Conferenza delle regioni e delle province autonome. Al Comitato partecipano, con funzione consultiva, tre rappresentanti dell’INAIL

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie