Iran. Canale 12 Israele: Raisi è morto. Protetto da Ali Khamenei ha fornito armi alla Russia contro l’Ucraina

AgenPress – Un elicottero che trasportava il presidente iraniano Ebrahim Raisi ha subito un “atterraggio duro” domenica, ha riferito la televisione di stato iraniana, con funzionari che in seguito hanno affermato che la situazione era preoccupante.

Raisi stava viaggiando nella provincia iraniana dell’Azerbaigian orientale. La TV di stato ha detto che l’incidente è avvenuto vicino a Jolfa, una città al confine con l’Azerbaigian, a circa 600 chilometri (375 miglia) a nord-ovest della capitale iraniana, Teheran.

I soccorritori stavano tentando di raggiungere il posto, ha detto la TV di Stato, ma sono stati ostacolati dalle avverse condizioni meteorologiche della zona. Era stata segnalata una forte pioggia con un po’ di vento.

Un funzionario iraniano ha poi detto che “siamo ancora fiduciosi, ma le informazioni provenienti dal luogo dell’incidente sono molto preoccupanti”. Il funzionario ha affermato che la vita di Raisi e degli altri funzionari a bordo è considerata “a rischio”.

L’agenzia di stampa semiufficiale Fars ha invitato gli iraniani a pregare per Raisi e la televisione di Stato ha diffuso preghiere per la sua sicurezza.

Con Raisi viaggiavano il ministro degli Esteri iraniano Hossein Amir-Abdollahian, il governatore della provincia iraniana dell’Azerbaigian orientale e altri funzionari, ha riferito l’agenzia di stampa statale IRNA. Un funzionario del governo locale ha usato la parola “incidente” per descrivere l’incidente, ma ha ammesso a un giornale iraniano di non essere ancora arrivato sul posto.

Il maltempo sta complicando i soccorsi, ha riferito l’agenzia di stampa statale IRNA. Il capo di stato maggiore dell’esercito iraniano ha ordinato che tutte le risorse dell’esercito e della Guardia rivoluzionaria d’élite fossero utilizzate nelle operazioni di ricerca e salvataggio.

“Non è ancora chiaro cosa sia successo all’elicottero del presidente dell’Iran, ma fonti diplomatiche in Occidente stimano che Raisi non sia sopravvissuto all’incidente,  ha riferito in un aggiornamento la tv israeliana Canale 12.

Raisi, 63 anni, è un intransigente che in passato ha guidato la magistratura del Paese. È considerato un protetto del leader supremo iraniano, l’Ayatollah Ali Khamenei, e alcuni analisti hanno suggerito che potrebbe sostituire il leader 85enne dopo la sua morte o le sue dimissioni dal ruolo.

Raisi ha vinto le elezioni presidenziali iraniane del 2021, un voto che ha visto l’affluenza più bassa nella storia della Repubblica islamica. Raisi è stato sanzionato dagli Stati Uniti in parte per il suo coinvolgimento nell’esecuzione di massa di migliaia di prigionieri politici nel 1988, alla fine della sanguinosa guerra Iran-Iraq.

Sotto Raisi, l’Iran ora arricchisce l’uranio a livelli quasi nucleari e ostacola le ispezioni internazionali. L’Iran ha armato la Russia nella sua guerra contro l’Ucraina, oltre a lanciare un massiccio attacco di droni e missili contro Israele il mese scorso, e ha continuato ad armare gruppi per procura in Medio Oriente, come i ribelli Houthi dello Yemen e gli Hezbollah del Libano.

In caso di morte improvvisa del presidente, la Costituzione iraniana prevede che il primo vicepresidente – che ora è Mohammad Mokhber – assuma l’incarico di presidente, con l’approvazione del leader supremo. Secondo la gerarchia politica iraniana, il capo dello Stato è il leader supremo Ali Khamenei e il presidente è considerato il capo del governo, il secondo in comando. Una volta che il primo vicepresidente entrerà in carica, dopo 50 giorni, il Paese dovrà andare alle elezioni per eleggere un nuovo presidente.

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie