Iran. Ong: impiccate 7 persone, due erano donne. E’ il principale paese di esecuzioni femminili al mondo

AgenPress – L’Iran è il principale paese che esecuzioni di donne al mondo, con almeno 22 esecuzioni di donne nel 2023, il numero più alto di esecuzioni di donne dal 2014. Come accennato in precedenza, si è registrato un forte calo nelle esecuzioni di donne per accuse legate alla droga dopo l’omicidio del 2017. Emendamento alle leggi antinarcotici, ma nel 2021 cinque donne sono state giustiziate per l’accusa, in linea con l’aumento complessivo delle esecuzioni legate alla droga.

Delle sette esecuzioni di donne registrate nel 2024 da IHRNGO, cinque sono state giustiziate per reati legati alla droga.

L’Iran ha impiccato oggi almeno sette persone, tra cui due donne, mentre la Repubblica islamica ha ulteriormente intensificato l’uso della pena capitale. Lo denuncia l’ong norvegese Iran Human Rights (Ihr).

Parvin Mousavi, 53 anni, madre di due figli adulti, è stata impiccata nella prigione di Urmia, nel nord-ovest dell’Iran, insieme a cinque uomini condannati per vari casi legati alla droga.

“Parvin è in prigione da quattro anni ed è stato condannato a morte. Le è stato pagato 1 milione di toman (circa 15 euro) e le è stato detto che avevano con sé delle medicine, ma si è scoperto che si trattava di 5 chilogrammi di morfina. Ha ricevuto la pena di morte per 1 milione di toman! Ha due figli, di 32 e 22 anni”, ha aggiunto la fonte.

Parvin Mousavi, che proviene da un ambiente disagiato, stava cercando di sostenere la sua famiglia mentre suo marito e il figlio maggiore erano dietro le sbarre. 

A Nishapur, nell’Iran orientale, una donna di 27 anni di nome Fatemeh Abdullahi è stata impiccata con l’accusa di aver ucciso suo marito, che era anche suo cugino.

Ihr afferma di aver registrato almeno 223 esecuzioni quest’anno, di cui almeno 50 finora solo nel mese di maggio. Una nuova ondata è iniziata dopo la fine delle festività del Capodanno persiano e del Ramadan in aprile, con 115 persone tra cui sei donne impiccate da allora.

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie