Zelensky. L’Occidente teme che la Russia perda la guerra. A Kharkiv le forze di difesa “hanno stabilizzato i russi”

AgenPress – I paesi occidentali temono che la Russia perda la guerra. Ma non funziona così e dovrebbero dare all’Ucraina le armi per vincere.

Lo ha detto il presidente dell’Ucraina Volodymyr Zelensky in un incontro con i giornalisti.

“Credo che i partner abbiano paura della perdita della Federazione Russa in questa guerra. Vorrebbero che l’Ucraina vincesse in modo che la Russia non perdesse. Perché sarà una perdita imprevedibile e una geopolitica imprevedibile”, ha detto Zelenskyj.

Ma, come ha detto il presidente, “non è così che funziona”.

“Affinché l’Ucraina vinca, dobbiamo dare tutto ciò con cui vincono”, ha aggiunto.

Si ricorderà che il Segretario di Stato americano Anthony Blinken, durante la sua visita a Kiev il 15 maggio, ha affermato che gli Stati Uniti stanno contribuendo a fornire all’Ucraina i mezzi per ottenere la vittoria nella guerra.

Secondo l’indice di percezione della democrazia nel 2024,  Il 34% dei residenti in 52 paesi ritiene che gli Stati Uniti, l’UE e la NATO non abbiano fatto abbastanza per aiutare l’Ucraina durante la guerra.

Secondo i dati del sondaggio del Centro Razumkov, alla fine di marzo 2024, l’83% degli intervistati in Ucraina credeva nella vittoria nella guerra con la Russia .

Secondo i dati KMIS, nel febbraio 2024, il 49% degli ucraini ha affermato che l’Occidente continua a sostenere l’Ucraina . Tuttavia, il 44% ritiene che l’Occidente sia stanco dell’Ucraina e che il suo sostegno sia debole.

Parlando della situazione nella regione di Kharkiv, Zelensky ha osservato di aver avuto un incontro sostanziale con il capo della polizia di stato Oleksandr Syrskyi, i comandanti del servizio di sicurezza Khortytsya Yuriy Sodol e l’OTU di Kharkiv Mykhailo Drapaty, nonché con i funzionari di frontiera guardie: il capo del servizio di sicurezza dello Stato Serhiy Deineko e rappresentanti della polizia nazionale.

Secondo Zelenskyj, attualmente le forze di difesa ucraine “hanno stabilizzato i russi dove si trovano ora”. L’avanzata più profonda degli invasori è di 10 chilometri. Allo stesso tempo, nella direzione di alcune brigate, il nemico non ha fatto alcun progresso – e non ce n’era.

“E abbiamo brigate molto potenti, sono loro grato. Ora abbiamo rafforzato diverse direzioni con battaglioni separati – ciò che potrebbe essere preso da qualche parte dalla riserva e da alcune direzioni. L’attraversamento del confine da parte dei russi è collegato al fatto che non c’è abbastanza difesa aerea. A distanza dove hanno un vantaggio, operano con bombe aeree, artiglieria… 8 mesi di pausa nel processo decisionale da parte dei partner È chiaro che non è stato facile per i nostri soldati “, spiega il presidente.

Per quanto riguarda le fortificazioni, Zelensky ha osservato che nessuno ha raggiunto la linea di difesa concreta e “quello che dicono è delirante”.

“Il nemico ha raggiunto la prima linea. La prima linea non è un confine, è impossibile costruire lì, perché a causa delle armi appropriate usate dai russi, il nostro popolo è morto. Adesso sono più o meno lì. Questa è la prima linea , la linea che è stata costruita durante la guerra, sotto il fuoco costante, i nostri militari. La prima e la seconda linea sono costruite dai militari, e la terza linea è costruita dalle autorità locali – non perché siano migliori dei militari, ma semplicemente. perché è più lontano dalle armi, dalle granate, dai bombardamenti”. 

Secondo il capo dello Stato, l’obiettivo dei russi è Vovchansk. E questo, oltre al fatto che vogliono “una zona adatta di 10 chilometri, vogliono sviluppare sempre il successo, se ce n’è uno”. Ma la cosa più importante per oggi è che le nostre Forze di Difesa hanno stabilizzato la situazione”. 

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie