Maltempo. Rientrato l’allarme al Petrolchimico di Marghera, dove si era verificato uno sversamento di idrocarburi

AgenPress – E’ fase di risoluzione al Petrolchimico di Marghera dove era stato segnalato uno sversamento di idrocarburi che aveva messo in crisi il depuratore. “Le vasche di contenimento – ha detto  l’assessore alla Protezione civile della Regione Veneto Gianpaolo Bottacin nel corso di un punto stampa alla sede regionale della Protezione civile di Venezia, rispondendo sull’allarme lanciato da alcuni cittadini che sentivano odore di gas – stanno smaltendo tutto quando”.

La grande quantità di pioggia caduta in Veneto nelle ultime ore aveva provocato  uno sversamento di idrocarburi.

“Si sentiva l’odore nell’aria, tenete anche presente che le piogge hanno messo in crisi anche il depuratore e quindi questo non era in grado di smaltire l’acqua che arrivava – ha poi aggiunto – ci sono comunque delle vasche di contenimento che hanno contenuto lo sversamento e quindi l’acqua non è andata dispersa. Ora che depuratore ha iniziato a lavorare tutto sarà smaltito come accade normalmente”.

Per dare un’idea della bomba d’acqua caduta sul Veneto nelle ultime ore, l’assessore alla protezione civile Gianpaolo Bottacin ha citato il caso di Asolo, dove in mezzora sono scesi 42 millimetri di acqua, e quello di Castelfranco che ha registrato 80 millimetri di pioggia in un’ora e mezza.

 

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie