Poliziotto ferito, Sardone (Lega), fatto gravissimo, Milano sempre più insicura

AgenPress. “Innanzitutto voglio esprimere la mia vicinanza al vice ispettore gravemente ferito da un marocchino irregolare alla stazione di Lambrate e a tutto il corpo della Polizia di Stato. Purtroppo l’odio anti-divise alimentato dalla sinistra contribuisce a produrre aggressioni efferate come queste ai danni dei servitori dello Stato. Ogni giorno tre uomini o donne delle forze dell’ordine vengono attaccati da balordi per strada, ma per Pd e compagni in Italia esiste un regime poliziesco.
Nonostante anni di denunce riguardo la pericolosità della zona della stazione di Lambrate, popolata notte e giorno da clandestini, punkabbestia e tossici, il Comune ha sempre sottovalutato i problemi. Milano è sempre più insicura, nel totale disinteresse del sindaco e del Pd. E i risultati sono questi. Coltellate a un poliziotto dopo aver “giocato” a lanciare pietre contro treni e passanti: mi auguro che questo balordo, con diversi alias e precedenti penali, sia immediatamente condotto al Cpr di via Corelli per procedere con l’espulsione.
La sinistra buonista che è contraria ai centri di rimpatrio oserà opporsi? Giustificherà persino un tentato omicidio ai danni di un poliziotto? Organizzerà una marcia in difesa dei clandestini? Tutto è possibile nella Milano pro accoglienza sfrenata. Le forze dell’ordine vanno sostenute e tutelate, a loro va il mio ringraziamento per quello che fanno ogni giorno per la tutela dei cittadini”.
Così in una nota Silvia Sardone, europarlamentare e consigliere comunale della Lega.

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie