Time. Yulia Navalnaya entra nella lista delle 100 persone più influenti del mondo

AgenPress – Yulia Navalnaya, la vedova del defunto leader dell’opposizione russa Alexey Navalny, ha parlato alla rivista TIME della sua decisione di entrare in politica, dopo essere apparsa sulla copertina del suo ultimo numero, dedicato alle 100 persone più influenti del mondo.

Alla domanda se credeva che il suo defunto marito, morto in prigione a febbraio, avrebbe voluto che lei seguisse le sue orme, Navalnaya ha detto che preferirebbe non “fare supposizioni” sulla questione.

“Non ne abbiamo parlato. Ho solo pensato che non si può permettere che ciò accada. Se pensano di poter uccidere Alexey e basta, si sbagliano”, ha detto Navalnaya, aggiungendo che il video pubblicato tre giorni dopo la morte di Navalny in cui prometteva di continuare il suo lavoro aveva lo scopo di dare alla gente “una sorta di Speranza.”

“Soprattutto, voglio che il Cremlino e i suoi funzionari capiscano: se hanno ucciso Alexey, allora mi farò avanti. Se mi fanno qualcosa, verrà un’altra persona”, ha sottolineato.

Navalnaya ha anche espresso la sua frustrazione per le sanzioni occidentali contro la Russia, che ha definito “ridicole” e “un insulto alla memoria di Alexey”, prima di ribadire la sua richiesta di sanzioni contro “gli amici di Putin e i membri della sua cerchia ristretta”.

Navalnaya ha insistito sul fatto che milioni di russi non sostengono la guerra in Ucraina, nonostante i sondaggi d’opinione russi forniscano un quadro diverso. “Quasi tutti si oppongono alla guerra, solo che lo fanno in modi diversi. C’è un gran numero di persone contro la guerra che rimangono in Russia”, ha detto, aggiungendo che non tutti erano disposti a “essere un eroe” e che molti di coloro che si opponevano alla guerra preferivano “continuare a vivere la loro vita normale”.

Navalnaya ha ripetutamente chiesto sanzioni più dure nei confronti degli oligarchi russi e che gli stati occidentali non riconoscano Vladimir Putin come legittimo presidente della Russia, data la prova matematica del diffuso riempimento delle urne nelle elezioni di marzo.

 

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie