Ponte sullo Stretto. Salvini: inizio lavori entro l’estate 2024. PD: è un progetto sbagliato, fermare l’ecomostro da 13 mld

AgenPress – “Vado avanti dritto e conto che entro i 30 giorni la società Stretto di Messina dia le risposte a tutte le osservazioni fatte dagli altri ministeri: l’obiettivo, lo ribadisco, è arrivare all’avvio dei lavori entro l’estate 2024. Conto che l’Italia possa essere un modello di sviluppo e crescita e di ingegneria”. Così il vicepremier e ministro delle Infrastrutture e dei trasporti, Matteo Salvini, intervenendo all’iniziativa sui contratti pubblici, organizzata da Confcooperative Lavoro e servizi, parlando del Ponte sullo Stretto.

“Questo progetto è sbagliato, è pericoloso per come viene sviluppato e portato avanti e noi crediamo che debba essere messa in campo un’azione di ferma opposizione con tutti gli strumenti. Il Pd si affianca alla battaglia delle associazioni ambientaliste”, dice la responsabile Ambiente del segreteria dem Annalisa Corrado, in collegamento, ha dichiarato: “questo Ponte fa acqua da tutte le parti, non sta in piedi il progetto figuriamoci il Ponte”. “L’ecomostro di Salvini – ha proseguito – è da rigettare con tutte le forze”.

“Un progetto che sta avendo già oggi una serie di impatti gravissimi sul territorio e che non rappresenta una soluzione ai gravi problemi infrastrutturali della Sicilia e della Calabria. Le criticità le abbiamo rappresentate nel documento depositato dal Partito Democratico e hanno trovato conferma nelle osservazioni che ieri sono state presentate dalla Commissione di Via-Vas. Osservazioni in qualche modo avallate dallo stesso governo, cioè dal ministero dell’Ambiente”,  ha detto la capogruppo del Pd alla Camera Chiara Braga al Nazareno in occasione della conferenza stampa “No al Ponte sullo Stretto”.

“Salvini ha riesumato un progetto vecchio, – ha detto il responsabile Economia della segreteria del Pd Antonio Misiani – con lo stanziamento di 13 miliardi di euro. C’è un documento del governo, di cui fa parte il ministro Salvini, che certifica che il suo progetto è irrealizzabile e non prioritario. Il progetto va abbandonato, il ministro ne prenda atto. È necessario cambiare marcia e investire questi 13 miliardi in ben altro”.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie