Operazione Iran su Israele conclusa. “Risposta ancora più dura se il regime israeliano dovesse commettere un altro errore”

AgenPress – “Se il regime israeliano dovesse commettere un altro errore, la risposta dell’Iran sarà notevolmente più severa”, ha affermato la missione iraniana alle Nazioni Unite, avvertendo gli Stati Uniti di “stare alla larga”. Tuttavia, ha anche affermato che l’Iran ora “ritiene la questione conclusa”.

Il Corpo delle Guardie della Rivoluzione Islamica iraniana ha dichiarato di aver lanciato dozzine di droni e missili contro Israele sabato sera, un attacco che potrebbe innescare una grave escalation tra gli acerrimi nemici della regione, con gli Stati Uniti che si impegnano a sostenere Israele.
L’esercito israeliano ha affermato che più di 100 droni, che secondo fonti di sicurezza irachene sono stati visti sorvolare il paese dall’Iran, impiegherebbero ore per raggiungere i loro obiettivi. Il Canale 12 israeliano ha detto che alcuni sono stati abbattuti in Siria o in Giordania.
L’Iran ha promesso ritorsioni per quello che ha definito un attacco israeliano al suo consolato di Damasco il 1 aprile che ha ucciso sette ufficiali della Guardia, tra cui due comandanti anziani, e ha affermato che il suo attacco è stato una punizione per “crimini israeliani”. Israele non ha né confermato né negato la responsabilità dell’attacco al consolato.
La guerra di Gaza tra Israele e Hamas, giunta al suo settimo mese, ha aumentato le tensioni nella regione, estendendole ai fronti del Libano e della Siria e attirando fuoco a lungo raggio contro obiettivi israeliani anche da Yemen e Iraq.
Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie