Il libro di memorie postumo di Alexey Navalny “Patriot” sarà pubblicato il prossimo autunno

AgenPress – Le memorie del leader dell’opposizione russa ucciso, Alexey Navalny, che ha scritto mentre era in prigione, saranno pubblicate in ottobre. Lo ha riferito il New York Times.

Nel libro intitolato Patriot, Navalny scrive della sua vita, delle sue attività politiche, della sua famiglia e dei suoi figli, degli attentati alla sua vita e degli attacchi ai suoi cari.

Navalny è morto in una colonia penale artica il  16 febbraio mentre scontava una condanna a 19 anni per accuse di “estremismo” ampiamente considerate politicamente motivate.

Essendo uno dei  più accesi oppositori politici del presidente Vladimir Putin, l’attivista ha guadagnato notorietà per le sue eleganti indagini anti-corruzione nel decennio precedente alla sua morte, che secondo gli alleati sono state orchestrate dal Cremlino.

Navalny ha iniziato a scrivere le sue memorie dopo essere sopravvissuto a un avvelenamento del 2020 con l’agente nervino dell’era sovietica Novichok,  ha scritto sua moglie Yulia Navalnaya su X.   “È stato attratto in modo inaspettatamente rapido. Gli piaceva ricordare gli eventi della sua vita in relazione agli eventi [in Russia]”. 

L’editore, Knopf, ha detto che Navalny ha iniziato a scrivere le sue memorie nel 2020 dopo essere sopravvissuto a un tentativo di avvelenamento utilizzando l’agente nervino Novichok di produzione sovietica. Ha continuato a lavorare al manoscritto in prigione e la sua vedova Yulia Navalnaya sta ora lavorando con l’editore per modificare il libro.

“Attraverso le sue pagine, i lettori conosceranno l’uomo che ho amato profondamente, un uomo di profonda integrità e coraggio inflessibile”, ha detto Navalnaya in una nota. “Condividere la sua storia non solo onorerà la sua memoria, ma ispirerà anche gli altri a difendere ciò che è giusto e a non perdere mai di vista i valori che contano veramente”.

“Questo libro è una testimonianza non solo della vita di Alexei, ma del suo incrollabile impegno nella lotta contro la dittatura, una lotta per la quale ha dato tutto, compresa la vita”, ha detto al giornale. “Attraverso le sue pagine, i lettori conosceranno l’uomo che ho amato profondamente: un uomo di profonda integrità e incrollabile coraggio.”

La prima tiratura di 500.000 copie verrà rilasciata contemporaneamente in più paesi e lingue, incluso il russo.

Il servizio carcerario russo ha annunciato la morte improvvisa di Navalny in carcere il 16 febbraio, anche se il suo corpo è stato restituito alla famiglia solo il 24 febbraio. Durante quel periodo, le autorità avevano chiesto alla famiglia di accettare di far seppellire Navalny in segreto, minacciando di seppellirlo nella prigione dove era stato ucciso. Il servizio funebre si è finalmente svolto a Mosca il 1 marzo.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie