Aia. 44 paesi approvano la creazione di un tribunale speciale per i crimini di guerra commessi dai russi in Ucraina

AgenPress – Alla conferenza “Ripristinare la giustizia per l’Ucraina” tenutasi all’Aia, 44 stati hanno approvato una dichiarazione politica a sostegno della creazione di un tribunale speciale per i crimini della Russia.

Il documento è stato pubblicato sul sito web del governo dei Paesi Bassi.

“Ribadiamo la forte condanna, espressa nella Dichiarazione, degli atti di aggressione in corso da parte della Federazione Russa contro l’Ucraina; questi atti, compresa la tentata annessione illegale di regioni dell’Ucraina, costituiscono palesi violazioni della Carta delle Nazioni Unite, in particolare il divieto dell’uso della forza, costituiscono violazioni del diritto internazionale che implicano la responsabilità statale della Federazione Russa, minacciano la pace internazionale e la sicurezza, mettono in discussione il rispetto dell’ordine internazionale basato su regole e minano i valori democratici”, si legge nel documento.

I paesi hanno chiesto di rafforzare gli sforzi congiunti per garantire un’indagine adeguata sui crimini russi commessi nella guerra contro l’Ucraina e per ritenere la Russia responsabile di tutte le violazioni del diritto internazionale.

I paesi hanno inoltre accolto con favore le iniziative volte a utilizzare i beni russi congelati a beneficio dell’Ucraina e hanno accolto con favore l’offerta dei Paesi Bassi di ospitare un meccanismo di compensazione.

La dichiarazione è stata firmata dai rappresentanti dei governi di Albania, Andorra, Australia, Austria, Belgio, Bosnia ed Erzegovina, Bulgaria, Canada, Croazia, Cipro, Repubblica Ceca, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia, Georgia, Germania, Grecia, Islanda, Irlanda, Italia, Giappone, Lettonia, Liechtenstein, Lituania, Lussemburgo, Malta, Moldavia, Monaco, Montenegro, Paesi Bassi, Nuova Zelanda, Macedonia del Nord, Norvegia, Polonia, Portogallo, Romania, San Marino, Slovenia, Spagna, Svezia, Ucraina, il Regno Unito e gli Stati Uniti.

I Paesi Bassi stanzieranno 10 milioni di euro per sostenere le indagini sui crimini di guerra e il lavoro dei pubblici ministeri ucraini.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie