Israele. Netanyahu, abbiamo “colpito involontariamente persone innocenti. La World Central Kitchen interrompe le operazioni

AgenPress – Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu afferma che le forze israeliane “hanno colpito involontariamente persone innocenti nella Striscia di Gaza”.

“Sfortunatamente, l’ultimo giorno, si è verificato un tragico incidente in cui le nostre forze hanno colpito involontariamente persone innocenti nella Striscia di Gaza. Succede in guerra e stiamo indagando a fondo su questo. Siamo in contatto con i governi e faremo di tutto per prevenire tali eventi in futuro”, ha detto Netanyahu.

L’associazione internazionale di beneficenza alimentare World Central Kitchen (WCK) sta sospendendo le sue operazioni a Gaza in seguito alla morte di sette dei suoi lavoratori in un attacco aereo israeliano.

Tre degli operatori umanitari uccisi erano cittadini britannici, ha detto WCK. L’organizzazione benefica ha affermato che le persone uccise facevano parte di un convoglio umanitario che stava lasciando un magazzino nel centro di Gaza lunedì.

Il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha riconosciuto che le forze israeliane hanno colpito “persone innocenti”.

La WCK è uno dei principali fornitori degli aiuti disperatamente necessari a Gaza. Ha affermato che “presto prenderà decisioni sul futuro del [suo] lavoro”.

Secondo l’organizzazione benefica, il convoglio umanitario è stato colpito mentre lasciava il magazzino di Deir al-Balah, “dove la squadra aveva scaricato più di 100 tonnellate di aiuti alimentari umanitari portati a Gaza lungo la rotta marittima”.

Il convoglio era composto da tre veicoli, di cui due blindati.  La WCK ha detto di aver coordinato i movimenti del convoglio con l’IDF quando è stato colpito.

La Mezzaluna Rossa Palestinese ha dichiarato di aver recuperato tutti e sette i corpi dalla scena dell’incidente dopo “un’operazione impegnativa durata diverse ore”.

Il gruppo umanitario ha aggiunto che i corpi sono stati portati all’ospedale Abu Yousef al-Najjar, nel sud di Gaza, in preparazione alla loro evacuazione attraverso il valico di frontiera di Rafah verso l’Egitto.

Martedì Netanyahu ha diffuso un videomessaggio in cui affermava che dietro l’attacco c’erano le forze israeliane.

“Sfortunatamente, nelle ultime 24 ore si è verificato un tragico caso in cui le nostre forze hanno colpito involontariamente persone innocenti nella Striscia di Gaza”, ha detto.

“Succede in guerra, lo controlliamo fino in fondo, siamo in contatto con i governi e faremo di tutto affinché questa cosa non accada più”.

L’IDF aveva precedentemente affermato che stava conducendo un’analisi approfondita al massimo livello per comprendere le circostanze del “tragico incidente”.

“Andremo fino in fondo a questa questione e condivideremo le nostre scoperte in modo trasparente”, ha promesso il portavoce dell’IDF, il contrammiraglio Daniel Hagari.

“Il lavoro del WCK è fondamentale; sono in prima linea per l’umanità.”

Hagari ha aggiunto che l’IDF ha “lavorato a stretto contatto con la World Central Kitchen per assisterla nell’adempimento della sua nobile missione di aiutare a portare cibo e aiuti umanitari alla popolazione di Gaza”.

Secondo WCK, i lavoratori morti erano australiani, polacchi, britannici, palestinesi e con doppia cittadinanza statunitense-canadese.

“Ho il cuore spezzato e sconvolto dal fatto che noi – World Central Kitchen e il mondo – abbiamo perso delle vite meravigliose oggi a causa di un attacco mirato da parte dell’IDF”, ha detto in una nota l’amministratore delegato dell’organizzazione benefica Erin Gore.

“L’amore che avevano per nutrire le persone, la determinazione che incarnavano nel dimostrare che l’umanità è al di sopra di ogni cosa, e l’impatto che hanno avuto in innumerevoli vite saranno ricordati e apprezzati per sempre.”

Secondo Cogat, l’organismo del ministero della Difesa israeliano incaricato di coordinare la fornitura di aiuti a Gaza, l’organizzazione benefica è responsabile del 60% degli aiuti non governativi che arrivano nel territorio.

La WCK ha affermato in una recente dichiarazione di aver servito più di 42 milioni di pasti alla popolazione di Gaza da ottobre ed era pronta a fornirne più di un milione in più.

L’organizzazione benefica ha recentemente fatto notizia per aver fornito centinaia di tonnellate di cibo agli abitanti di Gaza, trasportate sulla nave di pronto soccorso a marzo.

Le agenzie umanitarie hanno iniziato a consegnare aiuti via mare per aumentare la quantità di persone che entrano nel territorio, che secondo le Nazioni Unite è sull’orlo della carestia.

Ma in seguito all’attacco mortale, un secondo ente di beneficenza con sede negli Stati Uniti, l’American Near East Refugee Aid (Anera), che lavorava a stretto contatto con WCK, ha detto  che avrebbe congelato anche le sue operazioni a Gaza.

 

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie