Gaza. Idf, senza fondamento attacco folla. Usa, lancio aiuti è stato “un successo, ne faremo altri”

AgenPress – Il lancio di aiuti umanitari a Gaza allevia la carenza di cibo e “rende possibile il combattimento” per le forze di difesa israeliane.

“Oggi gli aerei americani e giordani hanno lanciato ulteriori aiuti in tutta la Striscia. Questo è uno sforzo che rende possibile il combattimento”, ha detto sabato in una dichiarazione il portavoce dell’IDF Daniel Hagari.

“In seguito all’incidente durante il quale decine di palestinesi sono stati uccisi durante l’ingresso dei camion degli aiuti umanitari nel nord della Striscia di Gaza giovedì mattina, stiamo indagando su questo incidente”.

 ”L’affermazione secondo cui noi abbiamo attaccato intenzionalmente il convoglio e secondo cui abbiamo colpito intenzionalmente le persone e’ del tutto infondata”,  ha aggiunto.  Si riferiva alla morte di oltre 100 palestinesi che erano in attesa di aiuti umanitari a Gaza. ”Noi eravamo la’ per proteggere quella operazione umanitaria, un’operazione che noi stessi avevamo intrapreso”.

Il primo lancio di aiuti a Gaza da aerei americani è stato “un successo”,  ha detto un alto funzionario Usa in una telefonata con un ristretto gruppo di giornalisti definendolo “un importante banco di prova per dimostrare che possiamo farlo di nuovo con successo nei prossimi giorni e settimane”. Il funzionario ha aggiunto che il Dipartimento della Difesa sta già pianificando un’altra operazione per i prossimi giorni.

  • Gli aiuti includevano 38.000 pasti: sono stati sganciati da tre aerei C-130 statunitensi in 66 pacchi lungo la costa di Gaza, secondo il Comando Centrale degli Stati Uniti, in uno sforzo congiunto con l’esercito giordano. 
  • Gli Stati Uniti sono gli ultimi tra le numerose nazioni a rinunciare agli aiuti: in precedenza, anche Giordania, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Qatar, Regno Unito e Francia hanno consegnato forniture umanitarie tramite questo metodo. Sabato gli aerei giordani hanno effettuato altri due lanci di aiuti nell’ambito della missione americana, hanno detto le forze armate del paese.
  • Il coordinamento con Israele è fondamentale: Israele controlla lo spazio aereo sopra Gaza, quindi qualsiasi sforzo di distribuzione degli aiuti richiede il coordinamento con le autorità israeliane.
  • I lanci aerei possono essere imprecisi rispetto alle rotte terrestri: all’inizio di questa settimana, un aereo giordano sembrava aver mancato il suo obiettivo, inviando pallet di cibo in mare. 
Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie