Roma. Il Generale Vannacci sospeso per 330 giorni. E intanto riflette se candidarsi con la Lega

AgenPress –  Il generale dell’Esercito, Roberto Vannacci, è stato sospeso dall’impiego per 11 mesi.  E’ quanto si apprende da fonti legali in riferimento al procedimento disciplinare avviato nei mesi scorsi dal ministero della Difesa dopo la pubblicazione del libro “Il mondo al contrario”.

Negli esposti finiti all’attenzione dei magistrati di piazzale Clodio si fa riferimento ad alcune affermazioni presenti nel libro.

Il provvedimento disciplinare per il generale sarà di 330 giorni complessivi e comporterà anche la “detrazione di anzianità e dimezzamento dello stipendio”. Nei giorni scorsi la Procura di Roma, alla luce di alcune denunce presentate da associazioni, ha iscritto nel registro degli indagati Vannacci per l’accusa di istigazione all’odio razziale.

E intanto Vannacci sta riflettendo se candidarsi con la Lega. “In undici mesi c’è il tempo per riflettere su tante cose e anche su quella dell’invito alla candidatura offerto dalla Lega che, l’ho già detto, sto valutando. Ma al momento non sciolgo la riserva”. In merito alla procedimento disciplinare Vannacci, il quale ha annunciato ricorso.  “Continuerò ad andare avanti e a rivendicare la libertà di espressione”.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie