24 febbraio. Sunak e re Carlo elogiano il valore degli ucraini. Starmer: “la codardia e la barbarie di Putin non prevarranno”

AgenPress – Il primo ministro Rishi Sunak e il re Carlo hanno espresso sostegno all’Ucraina in occasione del secondo anno dall’invasione russa .

Ciò avviene mentre la folla si raduna in tutto il Regno Unito per mostrare il proprio sostegno al paese in difficoltà.

Sunak ha promesso di continuare a sostenere Kiev finché le sue forze non prevarranno, mentre il monarca ha elogiato il valore dell’Ucraina nell’affrontare l’aggressione di Vladimir Putin.

“Quando Putin lanciò la sua invasione illegale due anni fa, il mondo libero fu unito nella sua risposta”, ha detto Sunak. “Siamo stati uniti dietro l’Ucraina. E in questo triste anniversario dobbiamo rinnovare la nostra determinazione.

“Ero a Kiev solo poche settimane fa e ho incontrato soldati ucraini feriti. Ogni storia straziante ricordava il coraggio dell’Ucraina di fronte a terribili sofferenze.

È stato un promemoria del prezzo che stanno pagando non solo per difendere il loro Paese da un’invasione del tutto ingiustificata, ma anche per difendere i principi stessi di libertà, sovranità e stato di diritto da cui tutti dipendiamo”.

Il re ha dichiarato: “La determinazione e la forza del popolo ucraino continuano a ispirare, mentre l’attacco non provocato alla loro terra, alle loro vite e ai loro mezzi di sussistenza entra nel terzo tragico anno.

“Nonostante le tremende difficoltà e il dolore inflitto loro, gli ucraini continuano a mostrare l’eroismo con cui il mondo li associa così strettamente.

“Il loro è vero valore, di fronte a un’aggressività indescrivibile. L’ho percepito personalmente nei numerosi incontri che ho avuto con gli ucraini dall’inizio della guerra, dal presidente Zelenskyj e la signora Zelenska, alle nuove reclute dell’esercito che si addestrano qui nel Regno Unito.

“Continuo a essere molto incoraggiato dal fatto che il Regno Unito e i nostri alleati rimangano in prima linea negli sforzi internazionali per sostenere l’Ucraina in questo momento di così grande sofferenza e bisogno. Il mio cuore è rivolto a tutte le persone colpite, mentre le ricordo nei miei pensieri e nelle mie preghiere”.

In Scozia, leader politici e religiosi hanno partecipato a una funzione al Castello di Edimburgo per celebrare l’anniversario. Il primo ministro, Humza Yousaf, ha tenuto una lettura e ha deposto una corona di fiori al Monumento ai caduti nazionale scozzese insieme ad Andrii Kuslii, del consolato dell’Ucraina.

A Londra, le commemorazioni sono iniziate con un servizio di preghiera interreligioso presso la cattedrale cattolica ucraina a Mayfair. Parlando prima della funzione, il vescovo Kenneth Nowakowski, il principale vescovo cattolico ucraino nel Regno Unito, ha detto che i suoi connazionali sono “risoluti a vincere la guerra” e hanno vissuto un “incubo senza fine di due anni”.

La Chiesa cattolica ucraina ha affermato che gli eventi “vitali” che ha contribuito a organizzare sabato “onoreranno la resilienza dell’Ucraina” e mostreranno un sostegno incrollabile alla sua lotta contro la Russia .

Il leader laburista, Keir Starmer, ha affermato che il Regno Unito sosterrà sempre l’Ucraina “non importa chi sarà al potere in questo paese” e ha aggiunto che “la codardia e la barbarie” di Putin non prevarranno.

“La resistenza del popolo ucraino ha ispirato e umiliato il mondo. Il Regno Unito e i nostri alleati saranno solidali con loro fino al giorno della vittoria. Non vacilleremo. Non li abbandoneremo. Non saremo divisi di fronte alla tirannia o all’oppressione.

“Guardiamo insieme al giorno in cui l’Ucraina garantirà giustizia e libertà nella loro legittima patria, quando gli ucraini potranno tornare a casa e ricostruire il loro grande Paese, e vivere in pace, libertà e orgoglio”.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie