Politologa russa Tetiana Stanova. Il dittatore Putin non si fermerà, vuole distruggere l’Ucraina, anche se parla di tregua

AgenPress – La Russia è stata coinvolta nella spietata guerra del dittatore Vladimir Putin contro il dissenso. Ciò non accadeva dai tempi del sanguinoso regno di Joseph Stalin. L’omicidio del leader dell’opposizione Alexey Navalny ha distrutto ogni speranza che a Mosca fossero possibili cambiamenti democratici.

“Finché Putin sarà al potere, la guerra non si fermerà. Una riduzione delle ostilità è possibile, potrebbe anche esserci una tregua. Ma la Russia non rinuncerà alla sua intenzione di porre fine all’Ucraina nella sua forma attuale… Putin si aspetta Kiev capitolare. Ma se muore domani, allora per una parte significativa dell’élite russa sarà sufficiente ottenere semplicemente un pezzo di terra.  Non hanno tali ambizioni e non vivono nell’illusione che Kiev si arrenderà”, ha detto la politologa russa Tetiana Stanova in un commento al  Times .

La pubblicazione rileva che il popolo ucraino sta soffrendo, ma dopo le atrocità commesse dall’esercito russo per conto di Putin, la stragrande maggioranza degli ucraini non sarà d’accordo ad ammettere la sconfitta a Mosca.

“Stiamo combattendo un mostro, un mostro enorme. Davide alla fine sconfiggerà Golia. Ma quest’anno sarà molto, molto difficile”, ha detto il tenente colonnello ucraino Serhii Piven, premiato per il coraggio.

 

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie