La strategia dell’Ucraina è di resistere nel 2024 per vincere nel 2025. Zelensky: prepariamo nuova controffensiva

AgenPress – Il compito strategico dell’Ucraina nel 2024 sarà quello di “resistere”, con la speranza che nel 2025 sarà possibile riprovare a espellere gli invasori dal suo territorio. Lo afferma la pubblicazione analitica di Politico .

“Quest’anno sarà un anno di ripresa e di preparazione per entrambe le parti, come nel 1916 e nel 1941-42 durante le ultime guerre mondiali”, ha detto Marc Thies, che l’anno scorso si è ritirato dall’incarico di vice capo della difesa del Belgio.

Il quotidiano rileva che nessuno degli analisti intervistati ha osato fornire uno scenario esatto per il 2024, ma tutti concordano sul fatto che tre fattori fondamentali determineranno la traiettoria dello sviluppo nei prossimi mesi: la carenza di armi e di manodopera nelle forze armate, la superiorità della Russia nell’artiglieria e nei suoi incessanti attacchi di terra, nella carenza di difesa aerea e di missili a lungo raggio nelle Forze Armate.

A conferma di ciò, la pubblicazione rileva che dopo la cattura di Avdiyivka, i russi non si sono fermati e stanno tentando di nuovo di attaccare, in particolare a Zaporizhzhia. La Russia è in grado di avanzare perché si preoccupa poco della vita dei propri soldati, osserva Politico.

“Il fattore critico è la capacità dell’Ucraina di creare posizioni difensive vantaggiose”, ha detto un ufficiale in servizio della Bundeswehr che ha scelto di rimanere anonimo.

I giornalisti sottolineano anche un aumento significativo della produzione militare nella stessa Russia e consegne su larga scala di munizioni, droni kamikaze e missili balistici dall’Iran e dalla Corea del Nord. E tutto ciò avviene in un contesto di interruzioni nella fornitura di armi occidentali all’Ucraina.

La pubblicazione rileva anche un notevole cambiamento nelle priorità dell’Ucraina riguardo al tipo di armi richieste ai suoi partner occidentali. Il 20 febbraio il ministro della Difesa ucraino Rustem Umyerov e il comandante in capo delle forze armate Oleksandr Syrskyi hanno avuto una conversazione telefonica con il segretario alla Difesa degli Stati Uniti Lloyd Austin. Un partecipante anonimo presente durante la conversazione ha raccontato a Politico le attuali priorità dell’Ucraina per le nuove spedizioni di armi.

L’Ucraina chiede quanti più sistemi di difesa aerea possibile, ma invece di aerei da combattimento o carri armati, Kiev ora cerca droni per la sorveglianza e gli attacchi a lungo raggio. Gli ucraini hanno anche bisogno di sistemi di guerra elettronica per bloccare i droni e i missili balistici russi.

La pubblicazione definisce la necessità di un’ulteriore mobilitazione un problema separato per l’Ucraina, una decisione impopolare.

“Un altro problema per l’Ucraina è mantenere la fiducia. Il pessimismo si spiega in gran parte con il rallentamento degli aiuti umanitari negli ultimi mesi”, si legge nella pubblicazione.

Il presidente Volodymyr Zelensky ha affermato che quest’anno l’Ucraina non solo si difenderà, ma si preparerà anche per una nuova controffensiva. Secondo lui, in una guerra con un paese così grande come la Russia, anche la difesa è una sfida. Il Presidente ha aggiunto che oggi questo è il compito numero uno.

Zelenskyi ha anche affermato che attualmente le perdite totali delle forze di difesa dell’Ucraina sono cinque volte inferiori a quelle della Russia., per ogni ucraino morto ci sono 5 invasori eliminati.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie