Israele. Netanyahu: piano per la costruzione di 3300 alloggi in Cisgiordania. Anp: è destinato al fallimento

AgenPress –  Il premier Benyamin Netanyahu, il ministro della difesa Yoav Gallant ed il ministro delle finanze Bezalel Smotrich hanno deciso di sottoporre alla ‘Commissione suprema per la progettazione’ piani di costruzione di oltre 3300 alloggi in Cisgiordania, dopo l’attentato di ieri a Maaleh Adumin in cui un israeliano è stato ucciso.

La radio dei coloni Canale 7 precisa che 2.350 alloggi sono destinati a Maaleh Adumim (presso Gerusalemme), 694 a Efrat e 300 a Keidar (Betlemme). “Sappia ogni terrorista che vuole uccidere israeliani – ha detto Smotrich – che replicheremo agli attacchi approfondendo il controllo su tutta la terra d’Israele”.

L’Autorità nazionale palestinese (Anp) di Abu Mazen ha respinto il Piano.  Il portavoce del presidente Nabil Abu Rudeina – citato dalla Wafa – ha detto che “Gaza sarà solo parte dello Stato palestinese indipendente con Gerusalemme come capitale, e qualsiasi piano diverso da quello è destinato al fallimento”.

“Israele – ha aggiunto – non riuscirà nei suoi tentativi di cambiare la realtà e i dati demografici di Gaza. Se il mondo vuole sicurezza e stabilità nella regione, deve porre fine all’occupazione e riconoscere lo Stato palestinese indipendente”.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie