Spagna. A Valencia incendio in un grattacielo, dove ci sono 138 appartamenti e 450 residenti

AgenPress – Un incendio di vaste proporzioni sta consumando un edificio di 14 piani nel quartiere Campanar, a Valencia, dove ci sono 138 appartamenti e dove vivono circa 450 residenti, ma questa cifra può variare perché si tratta di una popolazione fluttuante, secondo Adriana, l’amministratore. edifici dell’edificio e limitrofi al piano 12. L’incendio ha generato una grande colonna di fiamme e fumo denso che ha interessato gran parte dei piani dell’isolato, situato all’incrocio tra i viali Maestro Rodrigo e Poeta Rafael Alberti. In appena mezz’ora le fiamme hanno interessato l’intero edificio, costruito nel 2008, e, sebbene non sia ancora noto il numero delle vittime, l’Emergenza ha spostato sul posto un ospedale da campo. Verso le nove di sera, la polizia ha iniziato a radunare i vicini dell’immobile per procedere alla loro identificazione.

I servizi medici di emergenza hanno assistito 14 persone colpite dall’incendio del Campanar a Valencia, sei di queste sono vigili del fuoco accorsi per spegnere le fiamme. Del totale dei colpiti, nove sono uomini, di età compresa tra i 25 e i 57 anni; 4 sono donne, tra i 27 e gli 81 anni; e un minore di età inferiore a 7 anni. Ad eccezione di due donne che sono state dimesse “sul posto”, le restanti sono state trasferite in diversi centri ospedalieri della capitale. Il complesso residenziale che è andato in fiamme è costituito da due blocchi uniti, uno alto 14 piani e l’altro alto 10. Entrambi sono bruciati completamente. Occupano un isolato indipendente, separato dal resto degli edifici del quartiere, che non sono stati interessati dalle fiamme.

Le fiamme sono ancora vive, a quattro ore dall’inizio dell’incidente, e la temperatura è così alta che ormai è impossibile entrare nell’edificio. Ai soccorsi viene subito chiesto se siano presenti altre persone nelle loro abitazioni e negli annessi, ma non c’è certezza finché non sarà possibile accedere agli appartamenti. “Non sappiamo nemmeno quanti vicini non fossero a casa questo pomeriggio”, dice una fonte.

Un uomo che vive al secondo piano dell’edificio ha detto al canale televisivo La Sexta che le fiamme sono aumentate rapidamente dopo che l’incendio è scoppiato, secondo quanto riferito, al quarto piano.

“L’incendio si è propagato nel giro di 10 minuti”, ha detto, aggiungendo che il materiale sulla facciata dell’edificio potrebbe aver causato la propagazione dell’incendio.

David Higuera, un ingegnere, ha detto a El País che il rivestimento dell’edificio potrebbe essere stato la causa della rapida diffusione dell’incendio.

Le piastre di alluminio con isolante in schiuma che costituiscono lo strato esterno dell’edificio sono “molto buone per isolare dal caldo e dal freddo, ma molto combustibili”, ha detto.

Le fiamme hanno coperto l’intera facciata e hanno provocato lo scaglionamento di alcune parti dell’edificio a diversi metri di distanza. L’incendio è iniziato da uno dei piani terra, ma si è diffuso rapidamente al resto dell’isolato. La polizia ha bloccato l’accesso per evitare incidenti e facilitare l’arrivo dei mezzi di soccorso. L’Emergenza, che ha ricevuto l’avviso dopo le 17.30, ha anche chiesto, attraverso i social, di non avvicinarsi al luogo dell’incendio e alle zone circostanti “in quanto potrebbe risultare pericoloso e per agevolare il lavoro delle squadre”.

 

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie