Pnrr. Cabina regia approva relazione su stato di attuazione. A fine 2023 spesi 45,65 mld. Fitto: la spesa aumenterà

AgenPress –  “E’ stata approvata in Cabina di regia la IV relazione sullo stato di attuazione del Pnrr”. E’ quanto si legge in una nota di Palazzo Chigi che spiega come “l’esame della relazione sullo stato di attuazione del Piano di Ripresa e resilienza sia stato al centro della Cabina di regia sul Pnrr, che si è svolta stamattina presso la Sala Verde di Palazzo Chigi, convocata e presieduta dal ministro per gli Affari europei, il Sud, le Politiche di Coesione e il Pnrr, Raffaele Fitto”. Presenti tutti i ministeri competenti, i rappresentanti dell’Anci, dell’Upi, della Conferenza delle Regioni e Province autonome. “Il ministro Fitto ha illustrato il lavoro svolto dal governo, nel secondo semestre del 2023, per raggiungere tutti gli obiettivi programmati e per completare, in costruttiva collaborazione con la Commissione europea, il complesso processo di revisione del Piano, con l’integrazione del nuovo Capitolo REPowerEU, con l’implementazione delle riforme e con la rimodulazione di numerose misure strategiche per la crescita economica strutturale dell’Italia, puntando maggiormente sulla digitalizzazione, sulla sostenibilità ambientale e sulla resilienza del tessuto economico e sociale della Nazione”, spiega Palazzo Chigi.

Il Ministro ha illustrato il lavoro svolto dal Governo, nel secondo semestre del 2023, per raggiungere tutti gli obiettivi programmati e per completare, in costruttiva collaborazione con la Commissione europea, il complesso processo di revisione del Piano, con l’integrazione del nuovo Capitolo REPowerEU, con l’implementazione delle riforme e con la rimodulazione di numerose misure strategiche per la crescita economica strutturale dell’Italia, puntando maggiormente sulla digitalizzazione, sulla sostenibilità ambientale e sulla resilienza del tessuto economico e sociale della Nazione.

Alla fine del 2023 l’Italia aveva speso nell’ambito del Pnrr 45,65 miliardi di euro. E’ quanto risulta dalla bozza della relazione semestrale sull’attuazione. Lo scorso anno in dettaglio, sono stati spesi 21,1 miliardi contro i 40,9 indicati l’anno precedente nella Nadef.

L’Italia, si ricorda nella bozza della relazione, finora ha ricevuto 102,5 miliardi di euro sui 194,4 complessivi. Nel 2024 gli obiettivi associati alla sesta rata pari a 9,6 miliardi sono 39 e 74 gli obiettivi e traguardi connessi alla settima rata, pari a 19,6 miliardi di euro.

“Dal rapporto di medio termine della Commissione Ue emerge che il nostro Paese è quello che ha ottenuto il maggior numero di risultati nell’ambito dell’attuazione del Pnrr. Questo è un elemento molto importante, da una parte è una presa d’atto positiva del lavoro fatto, dall’altro è uno stimolo a proseguire”, dice  Fitto.

Per il Pnrr “abbiamo superato la fase della progettazione e delle gare di appalto, quindi siamo di fatto nella realizzazione di tutti gli interventi. Questo è un elemento rilevante che inciderà molto positivamente sui numeri complessivi della spesa”, ha aggiunto ricordando “il clima di lavoro molto positivo e costruttivo di lavoro comune con la Commissione europea”. “C’è un lavoro di squadra con tutti gli enti attuatori”.

 

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie