Navalny. La madre ha potuto vedere il corpo di Alexey. Autorità la minacciano per funerali segreti

AgenPress – La madre di Alexey Navalny, Lyudmila Navalnaya, dice che le è stato mostrato il corpo di suo figlio nella città russa di Salekhard.

Parlando sul canale YouTube di Navalny , Navalnaya ha detto che le autorità russe hanno affermato di conoscere la causa della morte e di avere “tutti i documenti medici e legali”.

Ha detto di essere stata portata all’obitorio per vedere il suo corpo mercoledì e di aver firmato il suo certificato di morte.

Navalnaya ha anche affermato nel video che gli investigatori la stavano “minacciando” affinché accettasse un funerale segreto per suo figlio, altrimenti “faranno qualcosa con il corpo di mio figlio”.

“Mi stanno ricattando, imponendomi le condizioni su dove, quando e come Alexey dovrebbe essere sepolto”.

Navalnaya ha detto che il comitato investigativo russo che indaga sulla morte di suo figlio vorrebbe seppellire il suo corpo “segretamente senza dire addio”.

La madre di Navalny afferma di non volere “condizioni speciali”, ma vuole semplicemente che suo figlio sia trattato “secondo la legge”.

“Chiedo che il corpo di mio figlio mi venga restituito immediatamente”.  Navalny è morto venerdì in una colonia penale russa . A sua madre e alla moglie, Yulia Navalnaya, era stato precedentemente negato l’accesso al suo corpo dopo la sua morte.

La madre di Navalny e il suo avvocato si sono recati sabato a Salekhard  , dove le autorità carcerarie avevano detto che il corpo del leader dell’opposizione sarebbe stato esaminato – ma quando sono arrivati ​​all’obitorio, è stato detto loro che il corpo non era lì, ha detto la squadra di Navalny. 

Un portavoce del Cremlino ha rifiutato di commentare la madre di Alexey Navalny sostenendo che le autorità la stanno spingendo affinché tenga una sepoltura segreta per suo figlio, che era un feroce critico del presidente russo Vladimir Putin.

“Purtroppo non ho visto le sue parole, quindi non posso commentare”, ha detto Dmitry Peskov,  aggiungendo che il Cremlino “si sta occupando di diverse questioni che sono di grande importanza per il nostro Paese”.

Nel frattempo, il ministro degli Esteri Sergey Lavrov ha descritto la reazione degli Stati Uniti alla morte di Navalny come “isteria”.

“Gli Stati Uniti agiscono come pubblico ministero, come giudice e come punitore allo stesso tempo, e questa isteria per la morte di Navalny ne è un ottimo esempio”, ha detto giovedì in una conferenza stampa al vertice del G20 a Rio de Janeiro. Janeiro, Brasile. “Queste persone non hanno il diritto di interferire nei nostri affari interni, soprattutto considerati i loro problemi”.

La politologa Tatiana Stanovaya ha affermato che la decisione di mostrare alla signora Navalnaya il corpo di suo figlio dimostra che le autorità volevano persuadere la madre di Navalny a “fare un accordo”.

“La salma verrà restituita, ma a condizione che il funerale non diventi un evento politico”, ha scritto in un post sul suo canale Telegram.

Navalny è morto in una colonia carceraria il 16 febbraio. Funzionari della prigione hanno detto che si era ammalato dopo una “passeggiata”.

Ma la sua vedova Yulia Navalnaya ha affermato che è stato ucciso per ordine di Putin e ha promesso di continuare la sua lotta.

Il Cremlino ha negato le accuse, definendo “isterica” ​​la reazione occidentale alla morte. Nell’agosto 2020, l’ex leader dell’opposizione è stato avvelenato con l’agente nervino Novichok da una squadra di aspiranti assassini dei servizi segreti russi.

Trasportato in aereo in Germania, si è ripreso prima di tornare in Russia nel gennaio 2021, dove è stato imprigionato.

I tentativi di commemorare la sua morte sono stati accolti con una risposta pesante da parte delle autorità russe, con la rimozione di monumenti improvvisati e l’arresto di centinaia di persone.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie