L’Iran ha inviato alla Russia 400 missili, tra cui “molti della famiglia Fateh-110 di armi balistiche a corto raggio

AgenPress – L’Iran ha fornito alla Russia un gran numero di potenti missili balistici superficie-superficie, hanno detto a Reuters sei fonti, approfondendo la cooperazione militare tra i due paesi sanzionati dagli Stati Uniti.
La fornitura iraniana di circa 400 missili include molti della famiglia Fateh-110 di armi balistiche a corto raggio, come lo Zolfaghar, hanno detto tre fonti iraniane. Questo missile stradale è in grado di colpire obiettivi a una distanza compresa tra 300 e 700 km (186 e 435 miglia), dicono gli esperti.
Il ministero della Difesa iraniano e le Guardie Rivoluzionarie – una forza d’élite che supervisiona il programma iraniano sui missili balistici – hanno rifiutato di commentare. Il ministero della Difesa russo non ha risposto immediatamente a una richiesta di commento.
Le spedizioni sono iniziate all’inizio di gennaio dopo che un accordo è stato finalizzato negli incontri alla fine dello scorso anno tra funzionari militari e di sicurezza iraniani e russi svoltisi a Teheran e Mosca, ha detto una delle fonti iraniane.
Un ufficiale militare iraniano – che, come le altre fonti, ha chiesto di non essere identificato a causa della sensibilità delle informazioni – ha detto che ci sono state almeno quattro spedizioni di missili e ce ne saranno altre nelle prossime settimane. Ha rifiutato di fornire ulteriori dettagli.
Un altro alto funzionario iraniano ha detto che alcuni dei missili sono stati inviati in Russia via nave attraverso il Mar Caspio, mentre altri sono stati trasportati in aereo.
“Ci saranno più spedizioni”, ha detto il secondo funzionario iraniano. “Non c’è motivo di nasconderlo. Possiamo esportare armi in qualsiasi paese desideriamo”.
Le restrizioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite sull’esportazione da parte dell’Iran di alcuni missili, droni e altre tecnologie sono scadute a ottobre. Tuttavia, gli Stati Uniti e l’Unione Europea hanno mantenuto le sanzioni sul programma di missili balistici dell’Iran a causa delle preoccupazioni sulle esportazioni di armi ai suoi delegati in Medio Oriente e alla Russia.
Il portavoce della Sicurezza nazionale della Casa Bianca, John Kirby, ha detto all’inizio di gennaio che gli Stati Uniti erano preoccupati che la Russia fosse vicina all’acquisizione di armi balistiche a corto raggio dall’Iran, oltre ai missili già forniti dalla Corea del Nord.
Un funzionario americano ha detto a Reuters che Washington ha visto prove di colloqui in corso, ma nessuna indicazione ancora di consegne avvenute.
Il Pentagono non ha risposto immediatamente alla richiesta di commento sulle consegne di missili.
Il procuratore capo dell’Ucraina ha affermato venerdì che i missili balistici forniti dalla Corea del Nord alla Russia si sono rivelati inaffidabili sul campo di battaglia, con solo due dei 24 che hanno colpito i loro obiettivi. Sia Mosca che Pyongyang hanno negato che la Corea del Nord abbia fornito alla Russia le munizioni utilizzate in Ucraina.
Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie