Ue. von der Leyen. Navalny è stato assassinato, Putin spietato. Yulia Navalnaya: continuerò il suo lavoro

AgenPress –  “Tutto indica che” Navalny “è stato assassinato deliberatamente. E ciò dimostra la spietatezza e la perfidia di Putin, per il quale nessuna vita umana conta davvero”. Lo ha detto la presidente della Commissione europea, Ursula von der Leyen, in conferenza stampa a Berlino con il presidente della Cdu Friedrich Merz, riportando alcuni passaggi del colloquio intrattenuto nel fine settimana con Yulia Navalnaya, la vedova di Alexei Navalny, ai margini della Conferenza sulla sicurezza di Monaco.

“Ciao! Sono Yulia Navalnaya. Un’altra persona dovrebbe essere qui al mio posto. Ma quella persona è stata uccisa da Vladimir Putin.

“Da qualche parte in una prigione oltre il Circolo Polare Artico, Putin non ha ucciso solo Alexei Navalny come persona, ha voluto uccidere la nostra speranza, la nostra libertà, il nostro futuro.

“Sappiamo esattamente perché Putin ha ucciso Alexei tre giorni fa. Ve lo diremo presto.

“Ma la cosa più importante che possiamo fare per Alexei e per noi stessi è continuare a combattere.  Putin ha ucciso mio marito”,  ha affermato la vedova di Alexei Navalny, Yulia, in un video postato sui social.

Continuerò “il lavoro di Alexei. Continuerò a lottare per il nostro Paese. E ti invito a starmi accanto. Condividere non solo il lutto e il dolore senza fine che ci ha avvolto e non vuole lasciarsi andare.

“Vi chiedo anche di condividere la furia e l’odio per coloro che hanno osato uccidere il nostro futuro. Vi parlo con le parole di Alexei, nelle quali credo veramente. Non c’è vergogna nel fare poco.

“C’è vergogna nel non fare nulla. Nel permettere loro di spaventarti.

“Ciò di cui abbiamo bisogno è una Russia libera, pacifica e felice. La meravigliosa Russia del futuro tanto sognata da mio marito. Questo è ciò di cui abbiamo bisogno.

“Questo è il paese in cui voglio vivere e in cui voglio che i nostri figli crescano. Questo è il paese che voglio costruire insieme a voi. Il paese immaginato da Alexei Navalny.

“Questo è l’unico modo – nessun altro – in cui l’impensabile sacrificio che ha fatto non sarà stato vano. Non ho paura. Non aver paura.  Non sono spaventata. Non aver paura”.

 Yulia Navalnaya ha affermato indirettamente che suo marito è stato ucciso con il Novichok. “Mentono meschinamente e nascondono il suo corpo attendendo quando svaniranno le tracce dell’ennesimo Novichok di Putin”.

Putin non ha ancora commentato la morte di Navalny. In vita non ha mai pronunciato il nome del suo più grande rivale politico. Nell’Artico, dove il politico era in prigione, sua madre sta ancora cercando di accedere al suo corpo, per saperne di più su come è morto. L’indagine ufficiale è stata estesa.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie