Israele. Idf libera due ostaggi a Rafah. Sono in buone condizioni di salute. Erano stati rapiti il 7 ottobre

AgenPress – Le forze di difesa israeliane hanno reso noto oggi che le loro truppe hanno salvato due ostaggi rapiti durante l’attacco dei militanti di Hamas contro Israele il 7 ottobre.

In una dichiarazione, l’IDF ha identificato i due come Louis Har, 70 anni, e Fernando Simon Marman, 60 anni, provenienti da una comunità chiamata Nir Yitzhak. Si dice che i due siano stati salvati durante la notte durante una missione a Rafah.

“Durante un’operazione congiunta dell’Idf (le Forze di difesa israeliane), dell’Isa (il servizio di sicurezza israeliano Shin Bet, ndr) e della polizia israeliana a Rafah, durante la notte, sono stati salvati due ostaggi israeliani, Fernando Simon Marman (60) e Louis Har (70), rapiti dall’organizzazione terroristica Hamas il 7 ottobre dal Kibbutz Nir Yitzhak”, si legge in un comunicato.

“Entrambi sono in buone condizioni mediche e sono stati trasferiti per accertamenti medici all’ospedale Sheba Tel Hashomer.  Le forze di sicurezza continueranno ad operare con tutti i mezzi per riportare a casa gli ostaggi”.

Funzionari in Israele affermano che circa 136 ostaggi del 7 ottobre sono ancora detenuti da militanti.

 L’operazione per la liberazione dei due ostaggi israeliani è cominciata attorno alle 2:00 della scorsa notte, quando “le forze israeliane hanno fatto irruzione in un edificio nel cuore di Rafah dove i due erano tenuti da Hamas”,  ha detto il portavoce militare Daniel Hagari secondo cui l’azione “era stata preparata da qualche tempo”.

“Dal momento dell’apertura del fuoco – ha aggiunto – i soldati hanno protetto i due ostaggi con i loro corpi durante la battaglia con i terroristi che è divampata con pesanti scambi di colpi in molti posti e con molti terroristi”.

 

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie