Finlandia. L’ex primo ministro di centro destra Alexander Stubb vince le elezioni. E’ il nuovo presidente

AgenPress – L’ex primo ministro finlandese di centrodestra Alexander Stubb diventerà il prossimo presidente dopo aver vinto il ballottaggio con il rivale Pekka Haavisto  Nazionale, ha dichiarato la vittoria domenica sera e Haavisto, ex ministro degli Esteri e membro del partito dei Verdi candidatosi come indipendente, si è congratulato con lui.

Con il 99,4% dei voti conteggiati, Stubb aveva il 51,6% dei voti contro il 48,4% di Haavisto. Secondo i dati ufficiali, quasi la metà (circa il 46%) degli elettori a cui è stato consentito di partecipare al voto anticipato lo hanno fatto.

Stubb, 55 anni, ha detto che il ruolo sarebbe “il più grande onore” della sua vita. Ha aggiunto: “Il compito del presidente della repubblica è più grande di quello di una persona”.

Stubb è nato a Helsinki ed è stato membro del Parlamento europeo, membro del parlamento finlandese, primo ministro tra il 2014 e il 2015 e ministro.

Al di fuori della politica ha lavorato come vicepresidente della Banca europea per gli investimenti e come professore presso l’Università dell’Unione Europea a Firenze, ed è un appassionato triatleta.

Ha due figli grandi con la moglie britannico-finlandese, un avvocato, Suzanne Innes-Stubb.

Il presidente finlandese è capo di stato, comandante in capo dell’esercito e responsabile della politica estera in collaborazione con il governo.

Con poteri limitati rispetto al primo ministro, il capo di stato, eletto per sei anni, guida la politica estera del paese in stretta collaborazione con il governo. È anche il comandante supremo delle forze armate.

Il ruolo ha assunto un’importanza ancora maggiore alla luce degli sviluppi geopolitici in Europa e dell’ingresso nella Nato della Finlandia, che condivide un confine di 1.340 chilometri con la Russia.

Neutrale durante la guerra fredda, il paese nordico ha messo fine a tre decenni di non allineamento militare dopo l’invasione dell’Ucraina. Lo scorso anno è entrato nell’Alleanza atlantica, con grande fastidio della Russia, che ha promesso di rispondere con “contromisure”.

La sicurezza internazionale e la difesa sono state una priorità assoluta per gli elettori finlandesi tra le accuse di Mosca di aver istigato una “operazione ibrida” sul confine condiviso tra Russia e Finlandia, portando la Finlandia a chiudere temporaneamente la frontiera nella sua interezza. Stubb ha descritto la politica estera e la sicurezza come questioni esistenziali per la Finlandia.

Il presidente eletto ha detto ai media finlandesi che, come nuovo membro della NATO, la Finlandia dovrebbe “andare al centro della NATO e “produrre, non consumare, sicurezza”.

La Finlandia ha abbandonato decenni di non allineamento militare e ha chiesto di aderire all’alleanza militare in seguito all’invasione dell’Ucraina da parte della Russia nel 2022, sebbene Stubb fosse già stato un sostenitore di lunga data di un’offerta della NATO.

 

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie