Altavilla Milicia (Palermo). Uccide la moglie (ritrovati i resti) e strozza con la catena due figli. “Volevo liberarli dai demoni

AgenPress –  Sono stati trovati i resti del corpo di Antonella Salamone, uccisa dal marito Giovanni Barreca insieme ai due figli, i quali sarebbero stati strangolati venerdì, probabilmente con una catena, Kevin ed Emanuele.

Alla strage è sopravvissuta la terza figlia 17enne trovata in casa dai carabinieri stordita, dopo la telefonata dell’assassino che ha confessato il triplice omicidio. Sui cadaveri sarà eseguita l’autopsia.

Sono stati trovati i resti del corpo di Antonella Salamone, le spoglie carbonizzate erano state sepolte sotto un cumulo di terra vicino alla casa della coppia

Barreca aveva problemi economici, la moglie era seguita dagli assistenti sociali del Comune di Altavilla Milicia le quali però assicurano di non aver mai avvertito disagi, se non finanziari, nella famiglia. La Salamone, descritta come una donna “dolce e gentile”, aveva svolto qualche lavoro di pulizia negli uffici del Municipio su incarico dell’amministrazione comunale che sosteneva la coppia facendola lavorare.

La pista della setta è al momento una delle ipotesi al vaglio degli investigatori.  Tra i sospetti, allo stato al vaglio di chi indaga, c’è quello che l’uomo possa aver agito anche per adesione ad eventuali sette o gruppi di fanatismo religioso.

“Volevo liberarli dai demoni”,  ha detto  Giuseppe Barreca dopo che i carabinieri sono entrati nella villetta del massacro. Sotto interrogatorio, nella caserma di Bagheria, c’è una coppia di amici di Barreca che potrebbe aver avuto un ruolo nel triplice delitto, ispirando l’assassino a compiere il gesto, che risalirebbe a quanto pare a 36 ore fa, per salvarsi da Satana.

 

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie