L’UE esorta la Cina a sostenere la Formula di pace ucraina e a non fornire armi alla Russia

AgenPress – Durante il 24esimo vertice UE-Cina a Pechino, l’Unione europea ha fortemente incoraggiato la Cina ad impegnarsi nella formula di pace ucraina e ha insistito affinché la Cina si astenesse dal fornire armi letali alla Russia.

Dopo il vertice, le tesi principali sono state pubblicate sul sito web del Consiglio dell’UE e del Consiglio europeo, corrispondente dell’Ukrinform.

“…Noi sosteniamo fortemente il popolo ucraino. Ciò include il futuro dell’Ucraina nella nostra Unione Europea. In quanto membro permanente del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, la Cina ha una responsabilità speciale, perché questa guerra russa minaccia la stabilità globale e l’economia mondiale. Colpisce anche i più vulnerabili in tutto il mondo, ad esempio aumentando l’insicurezza alimentare e facendo salire i prezzi delle materie prime. Questo non è nell’interesse dell’Europa, non è nell’interesse della Cina, non è nell’interesse del mondo”, ha osservato il presidente del Consiglio europeo Charles Michel.

Questo è il motivo per cui l’UE incoraggia fortemente la Cina a impegnarsi in modo costruttivo nella formula di pace dell’Ucraina.

“La Russia continua a cercare modi per accedere alla tecnologia per alimentare la sua guerra. Ancora una volta abbiamo insistito affinché la Cina non fornisse strumenti militari alla Russia. E abbiamo ribadito quanto sia importante che la Cina aiuti a impedire alla Russia di eludere le sanzioni”, ha sottolineato Michel.

La Commissione europea ha affermato che l’UE ha invitato la Cina a sfruttare la sua influenza sulla Russia per fermare la sua guerra di aggressione. L’UE ha sottolineato l’importanza che la Cina continui ad astenersi dal fornire armi letali alla Russia.

“Il nostro rapporto con la Cina è complesso e abbiamo la responsabilità di farlo funzionare. Abbiamo convenuto che è nel nostro interesse comune avere relazioni commerciali equilibrate. E dobbiamo affrontare le sfide in un mondo caratterizzato da crescenti attriti geopolitici. Dobbiamo tutti lavorare per garantire che la Russia metta fine alla sua guerra di aggressione contro l’Ucraina”, ha affermato la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen.

Inoltre, l’UE ha sottolineato l’importanza di un ordine internazionale ben funzionante e basato su regole, con al centro le Nazioni Unite.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie