Bandecchi (AP): Divario nord-sud sempre più grave, governo indifferente

AgenPress. “I dati Svimez parlano chiaro: la crescita è legata al Pnrr e il gap Nord Sud si allarga sempre di più”.

Così Stefano Bandecchi, segretario di Alternativa Popolare e sindaco di Terni in una nota, che prosegue: “La riprova che questo governo sovranista e nazionalista non stia facendo abbastanza per l’equità territoriale, che è fondamentale, è evidente. Secondo il Rapporto Svimez, il Pil del Mezzogiorno cresce della metà rispetto al centro-nord; così come anche il reddito disponibile. L’Italia va piano e il Sud pianissimo”.

Secondo Stefano Bandecchi, una soluzione ci sarebbe: “I fondi del Pnrr potrebbero essere fondamentali, ma sull’attuazione continuano a esserci perplessità e noi sindaci lo sappiamo bene”.

Tornando poi sulla questione meridionale rincara la dose e rimprovera all’Esecutivo di ignorare il problema: “C’è la questione Sud: in questo quadro, ha senso spingere per l’autonomia differenziata? Io vedo un grande problema sociale, rispetto al quale il governo fa finta di niente. Hanno tolto il reddito di cittadinanza, ma l’alternativa qual è? Io ho proposto il lavoro di cittadinanza.

La presidente Meloni che dice? Dobbiamo capire che servono politiche anticicliche per sostenere la domanda aggregata. In questo quadro, non stiamo neppure riuscendo a scorporare gli investimenti green dal conteggio del debito, e anche il nuovo Patto di stabilità rischia di essere una mazzata.

Invito il governo a prendere esempio dalla Germania e a ciò che è stato fatto negli ultimi 25 anni dopo la caduta del Muro di Berlino; tutti pensavano che l’Unione avrebbe portato povertà ai tedeschi visto l’enorme gap economico tra Germania Est e Germania Ovest.

Oggi invece la grande ricchezza tedesca è data proprio dalla Germania Est, i tedeschi dell’Est sono più ricchi di molti ricchi italiani. Facendo un’equazione semplice: i politici tedeschi degli ultimi trent’anni stanno ai politici italiani dell’ultimo trentennio come il vino sta all’acqua”, conclude deciso il coordinatore di Alternativa Popolare, avvertendo sui rischi di misure sociali ed economiche imprevidenti.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie