Usa. Casa Bianca: l’inchiesta impeachment su Biden è “illegittima”. I repubblicani smettano questo “percorso di fallimento”

AgenPress – La Casa Bianca rimprovera i repubblicani della Camera per aver continuato a portare avanti l’indagine di impeachment sul presidente Joe Biden nonostante abbia ammesso di non aver scoperto alcuna prova di illeciti.

Ian Sams, portavoce della Casa Bianca per la supervisione e le indagini, ha sostenuto in una dichiarazione martedì che la deputata Marjorie Taylor Greene, R-Ga., sembra prendere le decisioni.

“Tutti questi repubblicani alla Camera e i loro colleghi dovrebbero rispondere del motivo per cui ora cambierebbero tono e seguirebbero il suo esercizio infondato di diffamare il presidente Biden quando le loro accuse sono già state accuratamente verificate e sfatate”, ha detto Sams, “invece di concentrarsi su le questioni che affermavano avrebbero dato priorità quando si sarebbero candidati alle elezioni, come la riduzione dell’inflazione, la crescita dell’economia e il rafforzamento della sicurezza nazionale”.

La Casa Bianca ha affermato che i repubblicani della Camera sono impegnati in queste indagini da mesi e che nessun documento, testimonianza o informazione sensibile delle forze dell’ordine “ha supportato le loro accuse di illeciti da parte del presidente Biden”. La Casa Bianca ha sottolineato diverse citazioni di legislatori repubblicani che affermano di non aver visto prove di illeciti.

 Nonostante questa realtà, è l’estrema destra a prendere le decisioni e a chiedere ai repubblicani della Camera di continuare su questa strada di fallimento”, ha affermato la Casa Bianca, che ha definito “illegittima” l’inchiesta di impeachment.

Un portavoce del Comitato di sorveglianza della Camera ha confutato la dichiarazione della Casa Bianca, accusando il presidente di aver “mentito ripetutamente al popolo americano”. “Il Congresso ha la responsabilità di indagare su questa palese corruzione e continuerà a seguire i fatti per garantire la trasparenza e la responsabilità dovute al popolo americano”.

Un portavoce del Comitato di sorveglianza della Camera ha confutato la dichiarazione della Casa Bianca, accusando il presidente di aver “mentito ripetutamente al popolo americano”. “Il Congresso ha la responsabilità di indagare su questa palese corruzione e continuerà a seguire i fatti per garantire la trasparenza e la responsabilità dovute al popolo americano”, ha detto il portavoce.

Il presidente del comitato di supervisione James Comer, R-Ky., sta conducendo le indagini insieme al presidente del comitato giudiziario della Camera Jim Jordan, R-Ohio, e al presidente del comitato Ways and Means Jason Smith, R-Mo.

I repubblicani della Camera si stanno preparando a votare presto per autorizzare formalmente l’inchiesta di impeachment del GOP, annunciata dall’ex presidente Kevin McCarthy, R-Calif., a settembre

Lasciando la riunione della conferenza GOP, il leader della maggioranza Steve Scalise, R-La., e il capogruppo della maggioranza Tom Emmer, R-Minn., hanno entrambi affermato che un voto per formalizzare l’inchiesta sull’impeachment avverrà la prossima settimana, con Emmer che aggiunge l’avvertenza “se viene”.

I democratici hanno criticato la decisione di McCarthy, sottolineando che si era scagliato contro l’allora portavoce Nancy Pelosi, D-California, per aver annunciato un’indagine di impeachment contro l’allora presidente Donald Trump stessa senza un voto formale della Camera che la autorizzasse.

Un mese dopo, la Camera  ha votato per formalizzare regole e procedure per l’inchiesta Trump .

I repubblicani della Key House affermano che lo scopo di un voto per autorizzare l’indagine di impeachment su Biden è quello di rafforzare l’applicazione delle citazioni in giudizio da parte del GOP in una potenziale battaglia legale.

Nell’ambito dell’indagine, il comitato di sorveglianza ha già emesso mandati di comparizione al figlio del presidente Hunter Biden e al fratello del presidente, James Biden. I repubblicani insistono affinché Hunter Biden compaia per primo per una deposizione a porte chiuse, mentre lui ha invece proposto di testimoniare pubblicamente.

Inizialmente era prevista la deposizione di James Biden per mercoledì, ma secondo una fonte vicina al processo non è più previsto che ciò accada quel giorno. Il comitato è in comunicazione con il suo avvocato per fissare un orario in cui potrà venire.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie