Invio di aiuti umanitari verso la popolazione civile di Gaza

AgenPress. L’Italia sin dal primo giorno si è attivata nell’invio di aiuti umanitari verso la popolazione civile di Gaza. In accordo con i principali partner della regione e d’intesa con Israele, l’Italia ha inviato due voli di materiale umanitario, proveniente dalla base logistica delle Nazioni Unite di Brindisi, e la nave Vulcano, una nave ospedale della Marina militare, in particolare per la cura dei minori feriti a Gaza, che si prevede attracchi nei prossimi giorni (3 dicembre) nel porto di Al Arish in Egitto.

Sulla nave è prevista anche la collaborazione di medici pediatri di altre Nazioni, a cominciare dal Qatar, e di organizzazioni come la Fondazione Francesca Rava. La collaborazione con l’Egitto è stata fondamentale per la riuscita delle operazioni umanitarie. È allo studio anche lo schieramento di un ospedale da campo a Gaza assieme agli Emirati Arabi Uniti.

Sempre d’intesa con gli Emirati, è previsto l’invio di medici pediatri italiani dagli ospedali Gaslini di Genova e Bambino Gesù di Roma per aiutare i medici emiratini nelle cure dei numerosi pazienti minori palestinesi trasferiti negli EAU in questi ultimi giorni. Il primo team di medici dagli ospedali Gaslini e Bambino Gesù arriverà oggi, 30 novembre, a Dubai, con il volo del Presidente del Consiglio.

Il presidente Meloni ha seguito sin dall’inizio del conflitto l’assistenza alla popolazione civile di Gaza in collaborazione con i Paesi della regione particolarmente coinvolti, assieme al Vice Presidente Antonio Tajani e in stretto coordinamento con il Ministro della difesa Guido Crosetto e quello della salute Orazio Schillaci.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie