Lusardi (Edufin): “Subito l’educazione finanziaria a scuola”. Bianco (Bankitalia): “Educazione finanziaria nelle scuole è fondamentale”

AgenPress. 15esima edizione di TuttoRisparmio, l’evento del Sole 24 Ore che mette a fuoco i trend e le dinamiche del mercato del risparmio gestito.

Lusardi (Edufin), subito l’educazione finanziaria a scuola

“Non è più possibile aspettare: l’educazione finanziaria è urgente, dobbiamo partire subito” per introdurla nelle scuole tra le materie obbligatorie. Lo afferma la direttrice del comitato Edufin per la programmazione e il coordinamento delle attività di educazione finanziaria, Annamaria Lusardi, all’evento Tuttorisparmio del Sole 24 Ore. “Credo che sia necessario iniziare lo stesso, anche senza una legge, sottolinea l’economista, professoressa di economia e contabilità alla George Washington University School of Business. Possiamo aggiungere l’educazione finanziaria all’educazione civica anche se non è obbligatoria. Questo non è entrare in punta di piedi: noi dobbiamo entrare tra le materie obbligatorie e visto che l’educazione civica è diventata una materia obbligatoria, è molto utile poter entrare nelle scuole in questo modo”, spiega Lusardi. Il comitato ha scritto delle linee guida, commenti e materiali per l’educazione finanziaria e tenuto delle lezioni per i professori. “Abbiamo il materiale per partire e possiamo cercare di partire subito”, sottolinea Lusardi.

Bianco (Bankitalia), educazione finanziaria nelle scuole è fondamentale

“L’insegnamento dell’educazione finanziaria è importantissimo nella scuola anche per ridurre le disuguaglianze, che soprattutto durante e dopo il Covid sono aumentate. E’ fondamentale contribuire con questo aspetto. Uno dei maggiori ostacoli è aiutare i docenti ad affrontare il tema, perché hanno bisogno di materiali adatti e di formazione. La materia non fa parte della loro formazione e quindi occorre un percorso formativo.

In questo senso dall’anno scorso Banca d’Italia ha iniziato un progetto con la facoltà di Scienze della formazione, dove si formano i futuri insegnanti. Si tratta di un percorso lungo, dobbiamo avere pazienza per vedere i risultati. Inserire l’educazione finanziaria nell’educazione civica come materia obbligatoria è un primo passo, dobbiamo comunque iniziare e già oggi tanti docenti lo fanno già in educazione civica. Tra l’altro l’educazione finanziaria ha una struttura trasversale, si inserisce anche in materia come arte o letteratura. Sempre come Bankitalia abbiamo disegnato le linee guida da offrire agli insegnanti per inserirle in altre materie”. Lo ha detto Magda Bianco, capo del dipartimento Tutela della clientela ed educazione finanziaria della Banca d’Italia, nel corso della tavola rotonda “L’educazione finanziaria come strumento di inclusione per giovani e donne”

 

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie