Crisi Armenia-Azerbaigian: quasi 100.000 le persone sfollate, di cui 29.000 bambini

AgenPress. “Al 29 settembre 2023, 98.625 persone risultavano sfollate dalle aree colpite dalle recenti ostilità militari arrivate in Armenia. Fra queste, si stima che 29.000 siano bambini.

L’UNICEF ha creato uno spazio sicuro nella città sudorientale di Goris, dove ogni giorno vengono accolti circa 300 bambini insieme ai loro genitori. Il centro offre uno spazio per far giocare i bambini, uno spazio per l’allattamento per le madri e un supporto pediatrico per risolvere i problemi più gravi.

Abbiamo inoltre fornito alle autorità sanitarie medicinali e forniture essenziali per i bambini da distribuire alle strutture sanitarie nelle aree ad alta concentrazione di sfollati. 15 bio-toilette mobili sono state posizionate in prossimità dei centri di registrazione a Goris e Vayk.

Sono stati consegnati kit per l’igiene familiare a tutte le 100 famiglie registrate presso il centro di coordinamento recentemente istituito a Yerevan. Oggi arriveranno ulteriori forniture in Armenia e saranno distribuite dall’UNICEF ai bambini e alle famiglie sfollate.

La sicurezza e la protezione dei bambini coinvolti in questa situazione sono fondamentali. Esortiamo tutte le parti coinvolte e coloro che esercitano un’influenza su di loro a mettere la sicurezza e la sopravvivenza dei bambini al di sopra di ogni altra considerazione”.

Dichiarazione di Andrea Iacomini, Portavoce dell’UNICEF Italia.

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie