Iran. Anniversario morte Masha Amini. Militari sparano contro i manifestanti. Vietato l’accesso ai cimiteri

AgenPress –  Le forze di sicurezza in Iran hanno sparato contro alcune persone che stavano manifestando a Teheran in occasione del primo anniversario della morte di Mahsa Amini, la giovane che ha perso la vita dopo essere stata messe in custodia perché non portava correttamente il velo. 

Alcuni manifestanti sono stati arrestati nella capitale iraniana, nei pressi dell’Università di Teheran e di piazza Azadi. Gli agenti hanno impedito l’accesso ai cimiteri dove sono sepolti manifestanti uccisi negli scontri durante le dimostrazioni dello scorso anno. 

Arrestati dalle forze dell’ordine diverse “persone che stavano scattando foto e girando video di negozi e centri commerciali e volevano mandarli a media dissidenti all’estero sono stati arrestati dalle forze di sicurezza questa mattina”. A dirlo il vice governatore generale della provincia del Kurdistan iraniano Mehdi Ramezani. “Gli arrestati, affiliati a gruppi terroristi anti rivoluzionari, stavano organizzando raduni a Marivan e Sanandaj e pianificavano sabotaggi”.

 

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie