Migranti. Schlein, chi entra in Italia entra in Europa. Governo incapace, fa a gara a chi è più cattivo

AgenPress –  Noi da anni ci battiamo per un principio: che chi entra in Italia entra in Europa e tutti i paesi europei devono fare la propria parte condividendo l’accoglienza di chi arriva e chiede asilo. E’ un principio che non ci stiamo inventando, è scritto nei trattati europei”.

Così la segretaria del Pd, Elly Schlein, alla Festa de l’Unità di Aosta. “Il dramma di Lampedusa sta dimostrando la confusione e l’ incapacità di questo governo, composto da forze politiche che hanno intossicato il dibattito sull’immigrazione e appena arrivate al governo hanno dimostrato di essere incapaci di gestire l’accoglienza. Si stanno scatenando in una gara a chi è più cattivo”.

“Mi sorprende – ha aggiunto – che chi oggi guida il governo non solo non sia riuscita a mediare con i suoi alleati nazionalisti, come gli ungheresi e i polacchi: quando è andato a colloquiare in Polonia con il suo collega, primo ministro polacco, è uscita da lì incassando un ‘no’ secco alla solidarietà sull’accoglienza. Ecco, e davanti a questo non si è battuta per spiegare che ci salviamo soltanto insieme, affrontando insieme le grandi sfide comuni come l’accoglienza, ma ha detto che ha ragione lui. Non ha ragione, perché non si possono volere solo i benefici del parte dell’Unione europea se non condividi anche le responsabilità che derivano dal far parte dell’Unione europea”.

 

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie