Ucraina. Ripreso il controllo delle piattaforme di trivellazione di petrolio e gas a largo della Crimea

AgenPress – Le forze ucraine hanno ripreso il controllo delle piattaforme di trivellazione di petrolio e gas al largo della costa nord-occidentale della Crimea. Lo ha detto lunedì l’intelligence della difesa ucraina (DI).

Lo riferisce il servizio stampa dell’agenzia.  “Un’operazione unica per riprendere il controllo degli impianti Boyko è stata eseguita dalle unità del Ministero della Difesa dell’Ucraina. In particolare, le piattaforme di perforazione Petro Hodovalets e Ukraina, nonché gli impianti Tavrida e Syvash, sono stati riportati sotto controllo, “si legge nel comunicato.

Le piattaforme, note come Torri Boyko, sono controllate dalla Russia da subito dopo l’annessione della penisola di Crimea da parte di Mosca nel 2014.

Il DI dell’Ucraina ha affermato che le Torri erano state utilizzate dai russi come siti di atterraggio per elicotteri e per il dispiegamento di apparecchiature radar.

“Un’operazione unica per stabilire il controllo sulle torri di Boyko è stata effettuata dalle unità di intelligence della difesa”. 

“Durante l’operazione, le forze speciali sono riuscite a catturare preziosi trofei: una scorta di munizioni per elicotteri del tipo UAM (missili per aerei non guidati), nonché il radar Neva, che può tracciare il movimento delle navi nel Mar Nero”.

“Durante una fase dell’operazione, ha avuto luogo una battaglia tra le forze speciali ucraine su imbarcazioni e un aereo da caccia russo Su-30. Come risultato della battaglia, l’aereo russo fu colpito e costretto a ritirarsi.”

Notando gli scontri per il controllo delle Torri del mese scorso, il Ministero della Difesa britannico ha affermato che potrebbero servire “come basi avanzate per il dispiegamento di forze, piattaforme per elicotteri e siti per il posizionamento di sistemi missilistici a lungo raggio”.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie