Fallisce la prima missione lunare della Russia. Il veicolo spaziale Luna-25 si è schiantato sulla superfice

AgenPress – La prima missione lunare della Russia da decenni si è conclusa con un fallimento dopo che il veicolo spaziale Luna-25 si è schiantato sulla superficie della Luna.

Il Luna-25 è stato lanciato dal cosmodromo di Vostochny nell’Estremo Oriente russo il 10 agosto. Lo spazioporto è un progetto preferito del presidente russo Vladimir Putin e la chiave dei suoi sforzi per rendere la Russia una superpotenza spaziale.

La navicella spaziale doveva essere la prima missione di atterraggio lunare della Russia in 47 anni. L’ultimo lander lunare, Luna 24, atterrò sulla superficie della Luna il 18 agosto 1976.

L’incidente è avvenuto dopo che la comunicazione con il veicolo spaziale è stata interrotta, un duro colpo per le ambizioni spaziali della Russia.

L’agenzia spaziale russa, Roscosmos, ha dichiarato di aver perso la comunicazione con Luna-25 sabato intorno alle 14:57 ora di Mosca. “Le misure adottate il 19 e 20 agosto per cercare il dispositivo ed entrare in contatto con esso non hanno prodotto alcun risultato”.

Secondo i calcoli preliminari, Luna-25 “è passato a un’orbita fuori progetto” prima della collisione, ha detto Roscosmos.

Una commissione appositamente formata indagherà sui motivi della perdita di Luna-25.

La notizia arriva il giorno dopo che il veicolo spaziale ha segnalato una “situazione di emergenza” mentre stava cercando di entrare in un’orbita di pre-atterraggio, secondo Roscosmos.

“Durante l’operazione si è verificata una situazione di emergenza a bordo della stazione automatica, che non ha consentito di eseguire la manovra con i parametri specificati”, ha detto sabato Roscosmos in un post di Telegram.

La società spaziale statale russa, Roskosmos, ha affermato che si è verificata una “situazione anomala” mentre il controllo della missione ha tentato di spostare il velivolo in un’orbita di pre-atterraggio alle 11:10 GMT del 20 agosto, in vista di un atterraggio previsto per lunedì.

Il fallimento della prestigiosa missione sottolinea il declino della potenza spaziale russa dai tempi gloriosi della competizione della Guerra Fredda, quando Mosca fu la prima a lanciare un satellite in orbita attorno alla Terra – lo Sputnik 1, nel 1957 – e il cosmonauta sovietico Yuri Gagarin divenne il primo uomo a farlo viaggio nello spazio nel 1961.

La Russia non ha tentato una missione lunare da Luna-24 nel 1976, quando Leonid Brezhnev governava il Cremlino. Luna-25 avrebbe dovuto eseguire un atterraggio morbido sul polo sud della luna il 21 agosto, secondo i funzionari spaziali russi.

La Russia ha corso contro l’India, la cui navicella spaziale Chandrayaan-3 dovrebbe atterrare sul polo sud della luna questa settimana, e più in generale contro la Cina e gli Stati Uniti, che hanno entrambi ambizioni lunari avanzate.

La sonda Luna-25 è stata lanciata dal Cosmodromo di Vostochny nell’Amur Oblast in Russia il 10 agosto, avviando il veicolo in un rapido viaggio verso la luna.

La traiettoria di Luna 25 gli ha permesso di superare il lander lunare indiano Chandrayaan-3, lanciato a metà luglio, sulla strada per la superficie lunare.

Le sanzioni imposte alla Russia da quando ha iniziato le sue azioni in Ucraina rendono più difficile per il paese l’accesso alla tecnologia occidentale, con un impatto sul suo programma spaziale. Il Luna-25 inizialmente doveva trasportare un piccolo rover lunare, ma quell’idea è stata abbandonata per ridurre il peso del velivolo per una maggiore affidabilità, hanno detto gli analisti.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie