Ucraina. La prima nave con il carico di grano lascia il porto di Odessa dopo il ritiro della Russia dall’accordo

- Advertisement -spot_imgspot_img
- Advertisement -spot_imgspot_img

AgenPress – Una nave portacontainer è partita mercoledì dal porto meridionale ucraino di Odessa, diventando la prima nave a utilizzare un corridoio marittimo temporaneo del Mar Nero stabilito in seguito alla rottura di un accordo sul grano mediato dalle Nazioni Unite il mese scorso. 

In un post su Facebook, il ministro delle Infrastrutture Oleksandr Kubrakov ha dichiarato che la nave battente bandiera di Hong Kong, Joseph Schulte, era in rotta verso il Bosforo trasportando oltre 30.000 tonnellate di carico, compresi i prodotti alimentari.

La nave era rimasta bloccata nel porto dall’inizio dell’invasione russa dell’Ucraina nel febbraio dello scorso anno.

La Russia si è ritirata da un accordo mediato dalle Nazioni Unite e dalla Turchia a luglio che consentiva all’Ucraina di spostare il suo grano attraverso il Mar Nero e ha avvertito che qualsiasi nave diretta in Ucraina sarebbe stata trattata come potenziale trasportatrice di armi. 

La scorsa settimana, la marina ucraina ha emesso un ordine che dichiara  “corridoi temporanei”  per le navi mercantili che navigano da e verso i porti ucraini. Tuttavia, ha ammesso che la minaccia militare e il pericolo di mine provenienti dalla Russia sono rimasti lungo tutte le rotte.

Domenica, una nave da guerra russa ha sparato colpi di avvertimento e si è imbarcata su una nave mercantile di proprietà turca che sosteneva fosse diretta in Ucraina, in quello che Kyiv ha definito “un atto di pirateria”.

- Advertisement -spot_imgspot_img

Potrebbe Interessarti

- Advertisement -spot_img

Ultime Notizie

- Advertisement -spot_img