Kiev. Dietro colpo di stato in Niger c’è la Russia. Solo la rimozione del clan di Putin può garantire stabilità mondiale

AgenPress –  “È ormai assolutamente chiaro che la Russia è dietro il cosiddetto ‘colpo di Stato militare’ in Niger”: lo scrive su Twitter Mykhailo Podolyak, consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky.

“Si tratta di una tattica russa standard: distogliere l’attenzione, cogliere l’attimo ed espandere il conflitto. Il sostegno espresso ai ribelli dai rappresentanti filorussi di Mali e Burkina Faso (dove il gruppo Wagner svolge un ruolo attivo) non fa che aumentare la convinzione che la Russia abbia uno scenario globale per provocare instabilità e minare l’ordine di sicurezza globale. È tempo di trarre la giusta conclusione: solo la rimozione del clan di Putin e la rinascita politica della Russia possono garantire lo stato di diritto e la stabilità del mondo”.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie