Afghanistan. Talebani bruciano strumenti musicali, la musica “causa corruzione morale”

AgenPress – Migliaia di dollari di attrezzature musicali sono andati in fumo sabato in un falò nella provincia occidentale di Herat.

Da quando hanno preso il potere nel 2021, i talebani hanno imposto numerose restrizioni, tra cui la riproduzione di musica in pubblico.

Ahmad Sarmast, fondatore dell’Afghanistan National Institute of Music, ha paragonato le loro azioni a “genocidio culturale e vandalismo musicale”.

“Al popolo dell’Afghanistan è stata negata la libertà artistica. L’incendio di strumenti musicali a Herat è solo un piccolo esempio del genocidio culturale che sta avvenendo in Afghanistan sotto la guida dei talebani”, afferma il dottor Sarmast, che ora vive in Portogallo. 

Alcuni degli oggetti dati alle fiamme a Herat includevano una chitarra, un harmonium e una tabla – una specie di tamburo – oltre ad amplificatori e altoparlanti, secondo le immagini online. Molti di questi erano stati sequestrati dalle location per matrimoni in città.

Un funzionario del ministero del vizio e della virtù dei talebani ha affermato che suonare musica “farebbe smarrire i giovani”.

Un simile falò di strumenti è stato organizzato dai talebani il 19 luglio. Il suo governo ha pubblicato le foto dell’incendio su Twitter all’epoca, ma non ha detto in quale parte del paese si fosse verificato.

Tutte le forme di musica sono state bandite da incontri sociali, TV e radio mentre i talebani erano al potere in Afghanistan dalla metà degli anni ’90 fino al 2001.

Una scena musicale è fiorita nei due decenni successivi, ma il ritorno dei talebani nell’agosto 2021 ha spinto molti musicisti a lasciare il Paese. Si dice che cantanti e musicisti ancora nel paese abbiano subito percosse e discriminazioni .

Negli ultimi due anni, i talebani hanno imposto altre severe restrizioni sulla base della loro rigida interpretazione della legge islamica.

Le donne hanno sopportato il peso maggiore di queste dure misure. I talebani hanno decretato che dovrebbero essere vestiti in modo da rivelare solo i loro occhi e devono essere accompagnati da un parente maschio se viaggiano per più di 72 km (45 miglia).

Alle ragazze e alle donne adolescenti è stato inoltre impedito di entrare nelle aule scolastiche e universitarie, nelle palestre e nei parchi.

La scorsa settimana a tutti i parrucchieri e saloni di bellezza in tutto il paese è stato ordinato di chiudere per ordine dei talebani, dopo essere stati ritenuti non islamici.

 

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie