Carcere Regina Coeli, aggressione e tentato sequestro agente penitenziario

AgenPress. “Veniamo a sapere che un agente penitenziario presso la CC REGINA COELI ha subito un tentativo di sequestro da detenuto straniero alla settima sezione che durante l’ora di apertura per inviare ai passeggi, ha tirato in se l’agente buttandolo in cella e chiudendo la porta dietro e con la lametta a ferito grazie alla prontezza di altri agenti è riuscito ad uscire pur subendo qualche graffio superficiale”; dà notizia il segretario regionale USPP Daniele Nicastrini.

In attesa di ulteriori aggiornamenti, il carcere di Regina Coeli è stato già teatro più volte di altre aggressioni e situazioni di forte disagio ambientale e violenze, sulla quale anche l’onorevole De Priamo a posto un’interrogazione parlamentare al Ministro della Giustizia dopo la rissa domenicale del 30 giugno.

Sulla questione delle carenze l’USPP proprio in sede DAP ha chiesto nell’ultimo incontro sulle assegnazioni del 181° corso che si ponesse più attenzione su queste criticità che stanno mettendo in grosse difficoltà per mantenere l’ordine e la sicurezza del carcere.

Per il Presidente USPP Giuseppe Moretti “il romano dove il sovraffollamento detenuti supera il 170% dei posti disponibili contro una carenza di personale che supera il 40% dove i detenuti stanno facendo un po’ come gli pare e che da pochi giorni si è insediato il nuovo comandante di reparto.”

“La situazione dell’emergenza penitenziaria che stiamo chiedendo da tempo” prosegue Moretti “sembra non suscitare alcun interesse, eppure oramai da tempo registriamo analoghe situazioni giornalmente in ogni carcere della repubblica sulla quale auspichiamo che il ministero della giustizia si faccia carico con urgenza e non tralasci la situazione a discapito del personale”.

L’USPP esprime solidarietà al collega colpito da questa vile aggressione e di augurandogli una pronta guarigione.

 

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie