Mosca. Ha criticato Putin, definendolo una nullità e la guerra in Ucraina. Arrestato blogger

AgenPress – Il blogger  Igor Girkin, dopo aver criticato la strategia militare della Russia in Ucraina, è stato incarcerato da un tribunale di Mosca, accusato di estremismo.

Il nazionalista intransigente, noto anche come Igor Strelkov, rischia fino a cinque anni di carcere.

Sua moglie ha detto che è stato trattenuto venerdì nel loro appartamento di Mosca mentre lei era fuori.

Ex colonnello dell’intelligence dell’FSB, Strelkov ha svolto un ruolo chiave nell’occupazione russa della Crimea nel 2014. Ha continuato a guidare l’esercito per procura della Russia nella guerra che ne seguì nell’Ucraina orientale.

Igor Strelkov è stato uno dei tre uomini condannati in contumacia da un tribunale olandese lo scorso novembre per omicidio per il suo ruolo in un attacco missilistico nel 2014 che ha abbattuto un aereo passeggeri della Malaysia Airlines sopra l’area del conflitto, con la perdita di tutte le 298 persone a bordo.

Ma quando l’invasione su vasta scala dello scorso anno si è sempre più impantanata, le critiche di Strelkov ai fallimenti militari e al comandante in capo, il presidente Vladimir Putin, sono diventate più rumorose. “Abbiamo già perso”, ha detto l’anno scorso ai follower sui social media.

Pochi giorni fa ha definito il leader del Cremlino “una nullità” e “un codardo spreco di spazio”, afferma il direttore della BBC Russia Steve Rosenberg.

L’avvocato di Strelkov, Alexander Molokhov, ha detto che dopo che era stato arrestato il suo appartamento era stato perquisito.

Strelkov è poi comparso al tribunale distrettuale di Meshchansky, nel nord-est della capitale, dove il giudice ha respinto la sua richiesta di tenere l’udienza a porte chiuse, riferisce l’agenzia Ria Novosti. Ora rimarrà in custodia cautelare almeno fino al 18 settembre.

Il blogger di guerra ha avuto a lungo libero sfogo nel criticare il presidente e l’esercito, quindi non è chiaro cosa abbia portato il comitato investigativo russo ad accusarlo a questo punto di aver utilizzato Internet per fare appello per “attività estremiste”.

Dall’inizio della guerra, gli oppositori della cosiddetta operazione militare speciale della Russia in Ucraina sono stati condannati a lunghe pene detentive per osservazioni molto più blande.

Ma all’inizio di questa settimana un ufficiale dell’intelligence russa in pensione, Vladimir Kvachkov, è stato accusato di “screditare” l’esercito russo. Lui e Strelkov avevano creato il “Club of Angry Patriots”, trasmettendo in diretta le loro critiche alla leadership politica e militare della Russia.

Per molti anni Strelkov, 53 anni, è stato considerato intoccabile, dice Ilya Barabanov della BBC Russian.

Ciò è stato in parte dovuto al suo precedente ruolo di colonnello nel servizio di sicurezza dell’FSB, ma anche perché è stato identificato come sospetto e successivamente condannato per aver abbattuto il volo MH-17 mentre era comandante della forza per procura della Russia a Donetsk occupata nell’Ucraina orientale.

Il sito web investigativo russo Agentstvo ha suggerito che le autorità avevano rivisto una regola precedentemente non detta che permetteva ai blogger a favore della guerra di sfogare la loro rabbia quanto volevano.

La commentatrice Tatiana Stanovaya ha detto che questo è stato un momento che molti tra i siloviki – la cerchia ristretta del presidente – avevano atteso con impazienza.

Strelkov aveva da tempo “oltrepassato tutti i confini immaginabili” , ha detto, ma il fallimento del capo mercenario Yevgeny Prigozhin aveva lasciato il comando dell’esercito con maggiore influenza per schiacciare i suoi oppositori.

Al gruppo Wagner di Prigozhin sono stati tagliati i poteri dopo il fallito ammutinamento del mese scorso, e lo stesso signore della guerra si è trattenuto dalle sue precedenti invettive cariche di imprecazioni contro il ministro della Difesa e il capo dell’esercito.

Questa settimana è apparso in un video, apparentemente girato in Bielorussia, dando il benvenuto ai suoi combattenti e dicendo che la campagna della Russia in Ucraina è stata una “disgrazia di cui non vogliamo far parte”.

I rapporti dicono che dei circa 25.000 mercenari Wagner, 10.000 si stanno dirigendo verso la Bielorussia mentre gli altri sono in “congedo”. Un rapporto indipendente affermava che Vladimir Putin aveva preso la decisione definitiva che Wagner avrebbe cessato di esistere nella stessa Russia.

La principale direzione dell’intelligence ucraina ha accolto con favore la detenzione di Strelkov come un segno che quelli all’interno del Cremlino si stavano avvicinando a una “fase attiva di confronto interno”.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie