Cremlino. Putin, utilizzeremo le bombe a grappolo se lo farà l’Ucraina. Studieremo l’hardware militare catturato

Agenpress –  Vladimir Putin ha avvertito che la Russia si riserva il diritto di utilizzare munizioni a grappolo in risposta all’uso di queste armi da parte dell’Ucraina.

“La Russia ha una riserva sufficiente di vari tipi di munizioni a grappolo, di vario genere. Finora non l’abbiamo fatto, non le abbiamo utilizzate e non ne abbiamo avuto un tale bisogno, nonostante una certa carenza di munizioni a un certo punto del tempo. Ma non l’abbiamo fatto”, ha detto il presidente in un’intervista al programma “Mosca. Cremlino. Putin” sul canale televisivo Rossiya-1, un frammento del quale è stato pubblicato sul canale Telegram del suo ospite Pavel Zarubin.

“Ma ovviamente, se loro (munizioni a grappolo – TASS) vengono usate contro di noi, ci riserviamo il diritto di azioni tit-for-tat”, ha detto Putin, esprimendo  fiducia che le forniture di munizioni a grappolo all’Ucraina e il loro uso debbano essere trattate come un crimine. “Per quanto riguarda le munizioni a grappolo, la stessa amministrazione statunitense attraverso il suo staff ha dato la sua opinione su queste munizioni tempo fa, quando l’uso di munizioni a grappolo è stato definito un crimine dalla stessa amministrazione statunitense. Quindi, penso, questo è come dovrebbe essere curato”, ha proseguito il presidente.

Putin ritiene che gli Stati Uniti stiano fornendo munizioni a grappolo all’Ucraina a causa di una generale carenza di proiettili.
“Loro (gli Stati Uniti) stanno facendo questo (fornendo munizioni a grappolo all’Ucraina) non per la bontà del loro cuore, ma perché hanno una carenza di munizioni in generale”, ha detto il presidente.

Ha ribadito che “l’esercito ucraino spende fino a 5.000-6.000 proiettili calibro 155 mm al giorno per combattere, mentre gli Stati Uniti ne producono 15.000 al mese”. “Hanno carenza e l’Europa non ha già abbastanza [proiettili]”, ha affermato Putin. “Quindi, non hanno trovato niente di meglio che proporre l’uso di munizioni a grappolo”, ha sottolineato.

L’hardware militare occidentale catturato sarà oggetto di studio per gli specialisti russi, ha aggiunto Putin.

“Esiste un’espressione come ‘reverse engineering. Se c’è l’opportunità di guardarsi dentro per vedere se c’è qualcosa che può essere applicato nel nostro paese, beh, perché no?” 

Allo stesso tempo, ha richiamato l’attenzione sull’hardware militare moderno in Russia: “Ce l’abbiamo ed è molto efficace”, ha sottolineato. Il presidente ha citato come esempio il carro armato T-90 Proryv. “Il miglior carro armato del mondo! Senza alcuna esagerazione”, ha continuato a dire. “Ma il nemico produce anche attrezzature all’avanguardia”.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie