Ucraina. Generale conferma che Kiev ha ricevuto munizioni a grappolo dagli Stati Uniti. Non le abbiamo ancora usate

AgenPress –  Il generale ucraino Oleksandr Tarnavskyi, comandante della Tavria Joint Forces Operation, ha confermato alla Cnn che l’Ucraina ha appena ricevuto dagli Stati Uniti le controverse bombe a grappolo.

“Le abbiamo appena ricevute, non le abbiamo ancora usate, ma possono cambiare radicalmente” la situazione sul campo di battaglia, ha detto Tarnavskyi, aggiungendo che la Russia “capisce anche che, ottenendo queste munizioni, avremo un vantaggio. I vertici dell’esercito decideranno le “aree in cui è possibile utilizzarle”, ha affermato il generale, sottolineando che i russi sbagliano a pensare che “le useremo in tutte le aree del fronte”.

“Il nemico capisce anche che ottenendo queste munizioni avremo un vantaggio. Il nemico rinuncerà a quella parte del terreno dove è possibile usarlo”, ha detto.

La dirigenza senior deciderà sulle “aree di territorio in cui può essere utilizzata”, ha detto Tarnavskyi, osservando che “questa è un’arma molto potente”.

Tarnavskyi ha sottolineato le restrizioni sull’uso dei cluster, affermando che il loro uso è vietato nelle aree densamente popolate, anche se occupate dalle forze russe. Gli Stati Uniti hanno affermato di aver assicurato per iscritto dall’Ucraina che non saranno utilizzati in aree con civili e che il loro utilizzo sarà monitorato per eventuali operazioni di sminamento. 

“I russi pensano che lo useremo su tutte le aree del fronte”, ha aggiunto. “Questo è molto sbagliato. Ma sono molto preoccupati”.

Gli Stati Uniti hanno affermato che la decisione di fornire all’Ucraina munizioni a grappolo è dovuta alla scarsa fornitura di proiettili di artiglieria standard da parte di Kiev. La fornitura di cluster è “temporanea”, secondo il consigliere per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti Jake Sullivan.

“Una volta che la produzione raggiungerà un livello in cui la produzione unitaria di proiettili può soddisfare le esigenze dell’Ucraina, allora non ci sarà più bisogno di continuare a fornire munizioni a grappolo”, ha detto martedì, rifiutandosi di fornire una tempistica.

Le munizioni a grappolo sono contenitori che trasportano da decine a centinaia di bombe più piccole, che si aprono sopra un obiettivo prefissato, disperdendo le bombe su quell’area. Sono fusi da un timer per esplodere più vicino o sul terreno, spargendo schegge progettate per uccidere le truppe o eliminare veicoli corazzati come i carri armati.

Le armi sono state vietate da più di 100 nazioni , perché le bombe che disperdono cadono su una vasta area, mettendo a rischio i non combattenti. La Russia, tuttavia, ha utilizzato queste munizioni durante la sua invasione dell’Ucraina.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie