Vertice NATO di Vilnius. La Russia ha la piena responsabilità della sua guerra di aggressione

AgenPress. La Russia ha la piena responsabilità della sua guerra di aggressione illegale, ingiustificabile e non provocata contro l’Ucraina, che ha gravemente minato la sicurezza euro-atlantica e globale e per la quale deve essere ritenuta pienamente responsabile. Continuiamo a condannare con la massima fermezza le palesi violazioni del diritto internazionale, della Carta delle Nazioni Unite e degli impegni e principi dell’OSCE da parte della Russia.

 Non riconosciamo e non riconosceremo mai le annessioni illegali e illegittime della Russia, inclusa la Crimea. Non può esserci impunità per i crimini di guerra russi e altre atrocità, come gli attacchi contro i civili e la distruzione delle infrastrutture civili che privano milioni di ucraini dei servizi umani di base. Tutti i responsabili devono essere ritenuti responsabili delle violazioni e degli abusi dei diritti umani e del diritto umanitario internazionale, in particolare contro la popolazione civile ucraina, compresa la deportazione forzata di bambini e la violenza sessuale connessa al conflitto. La distruzione della diga di Kakhovka evidenzia le brutali conseguenze della guerra iniziata dalla Russia.

La guerra della Russia ha avuto un profondo impatto sull’ambiente, sulla sicurezza nucleare, energetica e alimentare, sull’economia globale e sul benessere di miliardi di persone in tutto il mondo. Gli alleati stanno lavorando per consentire le esportazioni di grano ucraino e sostenere attivamente gli sforzi internazionali per alleviare la crisi alimentare globale. energia e sicurezza alimentare, l’economia globale e il benessere di miliardi di persone in tutto il mondo.

Gli alleati stanno lavorando per consentire le esportazioni di grano ucraino e sostenere attivamente gli sforzi internazionali per alleviare la crisi alimentare globale. energia e sicurezza alimentare, l’economia globale e il benessere di miliardi di persone in tutto il mondo. Gli alleati stanno lavorando per consentire le esportazioni di grano ucraino e sostenere attivamente gli sforzi internazionali per alleviare la crisi alimentare globale.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie