Manfredonia. Due fratellini annegano in una vasca di irrigazione. Si indaga per omicidio colposo

AgenPress – Due fratellini rumeni di 6 e 7 anni sono annegati vicino Manfredonia, in provincia di Foggia, dentro un  invaso per l’irrigazione profondo circa tre metri.

Secondo le prime ricostruzioni sarebbero scesi per fare il bagno nel vascone per la raccolta di acqua e non essere più riusciti a risalire. A dare l’allarme sarebbero stati i genitori, non vedendo tornare i bambini e scoprendo davanti al vascone le loro ciabattine.

I Vigili del Fuoco del comando provinciale di Foggia hanno trovato i corpi dopo lunghe ricerche anche con l’aiuto di una squadra di esperti sommozzatori e con l’aiuto delle fotoelettriche, trattandosi di una zona poco illuminata. L’invaso si trova in una campagna tra Manfredonia e Zapponeta, in località Fonterosa, e ha forma quadrata con dimensioni 40m x 40m e profondità di circa 3 metri.

Un’indagine per omicidio colposo è stata aperta per accertare eventuali responsabilità sulla morte dei due piccoli.

“Un intervento drammatico”, hanno detto i  Vigili del fuoco hanno descritto le operazioni che hanno portato al ritrovamento dei cadaveri. Indagini sono in corso per accertare come i due bambini – i cui genitori, che stavano riposando quando i figli si sono allontanati da casa, avevano denunciato la scomparsa nel pomeriggio di ieri – siano annegati.

“È stata una notte terribile”, ha detto il comandante provinciale dei Vigili del fuoco di Foggia Domenico De Pinto. L’allarme dei genitori alla polizia è scattato nel tardo pomeriggio. I Vigili del fuoco del distaccamento di Manfredonia sono giunti sul posto alle 21.36. Un’ora e mezza dopo sono arrivati i sommozzatori da Bari che hanno trovato i due corpi a distanza di dieci minuti l’uno dall’altro a mezzanotte circa”.

L’ipotesi è che i due bambini possano essere entrati nel vascone di irrigazione dove sono poi annegati, per cercare refrigerio dal gran caldo di ieri pomeriggio. Questa possibilità è collegata alla circostanza che i genitori, mentre stavano cercando i due figli, hanno trovato le loro ciabatte nei pressi del vascone. Non si esclude anche che uno dei due possa essere entrato nel vascone e l’altro lo abbia seguito nel tentativo di salvarlo.

Sul posto, un podere a due piani che dista un paio di metri dal vascone, è possibile notare un piccolo buco nella recinzione che delimita l’area. Da lì i bambini potrebbero aver avuto accesso all’area per salire sull’argine, alto circa un metro, per poi finire nel vascone, dove – per cause da accertare – sono annegati. E prende sempre quindi più forza l’ipotesi che i due fratellini abbiano voluto trovare refrigerio entrando nel vascone.

Un’indagine per omicidio colposo è stata aperta per accertare eventuali responsabilità sulla tragedia.

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie