Biden, “distrutte le ultime scorte di armi chimiche Usa”. La conferma Opac. Dubbi sulla Russia

AgenPress – “Oggi sono orgoglioso di annunciare che gli Stati Uniti hanno distrutto in modo sicuro l’ultima munizione in quella scorta, avvicinandoci di un passo a un mondo libero dagli orrori delle armi chimiche”.

Lo ha detto  Joe Biden  adempiendo a un impegno previsto dalla Convenzione sulle armi chimiche del 1997.

L’organizzazione per l’eliminazione delle armi chimiche (OPAC) ha dichiarato che tutte le scorte dichiarate nel mondo sono state “irreversibilmente distrutte” .  “La fine della distruzione di tutte le scorte di armi chimiche dichiarate è una pietra miliare importante”, ha dichiarato in una nota il capo dell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (Opac), Fernando Arias.

“La fine della distruzione di tutte le scorte di armi chimiche dichiarate è una pietra miliare importante”, ha detto in una nota il capo dell’Organizzazione  Fernando Arias.

Anche la Russia – nel 2017 – aveva annunciato la volontà di anticipare di tre anni la completa eliminazione delle sue armi chimiche, ma persistono dubbi sull’effettiva eliminazione delle scorte.

Dubbi da parte dell’Occidente anche per altri tre Paesi: Myanmar, Iran e Siria. “Russia e Siria – ha commentato Biden – dovrebbero rispettare il loro impegno con la Convenzione e ammettere quali sono i loro programmi non dichiarati, utilizzati per commettere atrocità”.

 

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie