Bankitalia: salgono esposti dei clienti sui mutui

AgenPress. Secondo Bankitalia, scendono gli esposti dei clienti di banche e società finanziarie ma sono saliti significativamente quelli relativi alle richieste di rinegoziazione di mutui ipotecari a tasso variabile, collegate all’incremento dei tassi di interesse.

“Dato molto preoccupante, destinato purtroppo a peggiorare visti i continui rialzi dei tassi di interesse da parte della Bce” afferma Massimiliano Dona, presidente dell’Unione Nazionale Consumatori.

“Per questo non ci si può certo accontentare della dichiarazione di ieri del presidente dell’Abi, Antonio Patuelli, rispetto alla disponibilità delle banche di poter allungare la durata dei mutui, disponibilità che sarebbe pagata profumatamente dai consumatori, visto che più si allunga la durata del mutuo più aumentano gli interessi da corrispondere” prosegue Dona.

“Urge che il Governo riveda le regole sulla rinegoziazione di Stato, ossia quella del decreto Sviluppo del 2011 (n. 70/2011), che la Legge di Bilancio di quest’anno ha prorogato solo fino a fine anno, non solo ampliando la tempistica per tutto il 2024, ma rivedendo anche i criteri troppo stringenti, dall’Isee non superiore a 35 mila euro all’importo massimo del mutuo pari a 200 mila euro, entrambi troppo bassi, ma soprattutto modificando i nuovi tassi applicabili” conclude Dona.

L’associazione ricorda che il consumatore in difficoltà, oltre alla rinegoziazione, obbligatoria per legge o facoltativa per le banche, può sempre provare a surrogare oppure a sostituire il mutuo.

Advertising

Potrebbe Interessarti

Ultime Notizie